IN ONDA

Copertina programma Radio Economy

Privato: Radio Economy

Dall'Umbria all'economia globale

condotto da Federico Fabrizi con la [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Carceri in Umbria, dopo i fatti di cronaca urge una riflessione

Annalisa Marzano 31/01/2023

Carceri in Umbria, dopo i fatti di cronaca urge una riflessione

Annalisa Marzano
  • del 31/01/2023 ore 11:57
  • I due fatti di cronaca nei carceri di Capanne a Perugia e di Sabbione a Terni hanno riacceso i riflettori sulla situazioni degli istituti penitenziari in Umbria. Mancanza di organico, poca formazione e mancanza di strutture adeguate per far fronte al costante aumento del numero dei detenuti con problemi mentali sono i principali problemi delle carceri nella nostra regione, in parte derivanti dalla soppressione del Provveditorato Umbro e del suo accorpamento a quello della Toscana. Il Sappe, sindacato autonomo polizia penitenziaria, da anni denuncia la situazioni delle carceri regionali umbre che “vivono tutte le criticità e le emergenze del sistema penitenziario nazionale, in particolar modo la carenza organica dei diversi comparti, il sovraffollamento nonché le carenze strutturali di una struttura che non può essere sottoposta ad ulteriori criticità con l’avventata assegnazione di soggetti problematici”. Ma anche che sono sempre più i detenuti trasferiti “nella discarica umbra dall’ufficio detenuti del Provveditorato”. “Sono anni – spiega Fabrizio Bonino, segretario umbro del sindacato – che denunciamo come l’Umbria sia straziata da questa politica e chiediamo davvero di essere accorpati ad una altro provveditorato meno patrigno”. Alla luce di questa situazione il sindacato chiede di accelerare sulla creazione delle Rems, Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza che non esistono in Umbria, nonostante “con la legge 30 maggio 2014, n. 81, dal 1 aprile 2015, l’esecuzione delle misure di sicurezza negli ospedali psichiatrici giudiziari (OPG) e nelle case di cura e custodia è stata sostituita dall’esecuzione nelle Rems, relativo a interventi urgenti per il contrasto della tensione detentiva determinata dal sovraffollamento delle carceri”. “Da un punto di vista morale, non è giusto abbandonare a se stessi soggetti che hanno problemi di questo genere, non è degno di uno stato che si vuole definire civile” ha concluso Bonino.

    XL News

    XL News

    L'informazione extra large

    Leggi



    Umbria Radio in Streaming

    Streaming

    Current track

    Title

    Artist