IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Brescia – Perugia 2-1. Il Grifo va KO nel finale dopo aver resistito contro tutto e contro tutti

Written by on 01/03/2022

Brescia – Perugia 2-1. Il Grifo va KO nel finale dopo aver resistito contro tutto e contro tutti

01/03/2022

Ancora una big per il Perugia che con la rabbia per la sconfitta immeritata di sabato contro il Benevento fa visita al Brescia che veleggia nelle zone altissime della classifica nonostante gli attriti tra società e Inzaghi. I lombardi sono reduci dal pareggio di Como. Massimiliano Alvini non può disporre di Kouan squalificato e degli assenti Rosi, Fulignati e Gyabuaa. il tecnico ridisegna il suo Perugia lasciando fuori l’acciaccato Angella per Curado con Sgarbi e Dell’Orco in difesa. A centrocampo Burrai e Segre con Ferrarini e Beghetto sulle corsie. D’Urso galleggia tra le linee alle spalle della coppia formata dal solito De Luca e da Olivieri.

Dall’altra parte recuperati Pajac e Huard. Fuori causa Sabelli e Jagiello per un problema fisico. Inzaghi sbilancia i suoi mandando in campo contemporaneamente Moreo, Palacio, Ayè e Lèris.

L’inizio del match è del Brescia che prima ci prova con Palacio e poi con Proia per Moreo creando subito due calci d’angolo per la squadra di casa. I Grifoni sembrano piuttosto timidi ma non concedono occasioni. La prima opportunità per il Perugia arriva all’ottavo minuto su cross di Beghetto per la testa di Ferrarini che non inquadra la porta.

Sul fronte opposto è Dell’Orco a chiudere Palacio in corner con i Grifoni che nei primi venti minuti del primo tempo si concentrano sulla difesa senza trovare spazi favorevoli.

Mentre Ferrarini è il primo ammonito del match per un intervento irregolare su Palacio, De Luca prova a concretizzare l’azione in avanti favorendo Olivieri che però calcia male dal limite. Ci prova allora Beghetto dalla distanza procurandosi un calcio d’angolo sul quale Curado incorna più alto di tutti ma senza centrare la porta.

Al 28’ Burrai dalla destra pennella un cross millimetrico per la testa di De Luca che la spinge in porta sovrastando Cistana e superando un impotente Joronen. Decimo goal in campionato per il centravanti perugino che si sta dimostrando tassello imprescindibile nello scacchiere biancorosso.

Passano pochi istanti però e Ferrarini su trattiene leggermente Palacio a metà campo e senza rendersene conto è già sotto la doccia, ingenuamente ma anche forse esageratamente per il secondo giallo che gli sventola in faccia il signor Miele di Nola che invece sorvola su un intervento di Bisoli a martello su Olivieri.

Nonostante l’uomo in meno il Perugia termina il primo tempo in avanti con un contropiede finale molto pericoloso di Olivieri, avendo sostanzialmente contenuto in difesa un Brescia non pericolosissimo.

La ripresa si apre con due cambi per il Perugia che si riposiziona in campo per affrontare altri quarantacinque minuti in dieci uomini.

Al 56’ Zanandrea intercetta un pallone ma la sfera e’ preda di Palacio che attenta alla porta del Grifo ma Chichizola c’è. In una manciata di minuti è prima Karacic a provarci in girata e poi Palacio dal limite.

La squadra di casa assedia i grifoni che provano a venire fuori ma con un uomo in meno quello che sarebbe stato difficile al Rigamonti già undici contro undici diventa una vera impresa.

Non trovando varchi Karacic ci prova più volte dalla distanza.

L’assedio del Brescia continua a infrangersi sul muro della difesa che è si ben organizzata ma senza mai respirare è veramente dura.

Al 75’ in contropiede l’occasione più nitida della ripresa è di Sgarbi che cavalca da solo dal limite della propria area fino al limite dell’area avversaria, misurando un tiro che supera il portiere ma s’infrange irrimediabilmente sulla traversa.

A dieci minuti dalla fine è Tramoni a innescare l’azione del pareggio del Brescia: passaggio lungo sui piedi di Palacio che dal vertice dell’area appoggia sulla testa di Pajac che la butta giù e col corpo Bianchi appena entrato la mette dentro.

Pareggiata la partita il Brescia vuole vincere e lo fa poco dopo con Palacio che scambia in area e mette dentro di prima intenzione.

Nel recupero altro episodio dubbio, Matos controlla di petto, spunta una mano bresciana che tocca palla ma per Miele è il brasiliano a commettere la scorrettezza. Il VAR non interviene e finisce con la seconda sconfitta consecutiva per il Grifo.

 

Il tabellino

Reti: 27’ De Luca; 82’ Bianchi; 84’ Palacio

Ammoniti: 18’ Ferrarini ; 45’ Adorni

Espulsi: 30’ Ferrarini per doppia ammonizione

Brescia (4-3-3): Joronen; Karacic, Cistana (64’ Tramoni) Adorni (46’ Pajac) Mangraviti; Palacio, Bisoli, Proia (77’ Bertagnoli) ; Ayè (64’ Bajic) Moreo, Lèris (80’ Bianchi)

Perugia (3-4-1-2): Chichizola; Sgarbi, Curado, Dell’Orco; Ferrarini, Burrai, Segre (85’ Carretta) Beghetto (46’ Falzerano) ; D’Urso (60’ Santoro); De Luca (70’ Matos) Olivieri (46’ Zanandrea)


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist