IN ONDA

Playlist musicale


Raccolta di brani italiani e stranieri ! tutte le ultime uscite musicali in un programma veloce e brillante


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

GIORNALE RADIO

Settimana mondiale per l’allattamento al seno. Perchè è importante promuoverla

Written by on 14/10/2022

Settimana mondiale per l’allattamento al seno. Perchè è importante promuoverla

14/10/2022

Neo mamme e allattamento in tempi Covid. Ne abbiamo parlato con un'ostetrica della Usl Umbria

In questo mese di ottobre si svolge in Italia la Settimana mondiale per l’allattamento materno, che appunto, si ricorda in tutto il mondo ma che in alcuni Paesi si svolge ad agosto. A cosa serve una Settimana per l’allattamento? Prima di tutto a ricordare l’importanza dell’allattamento al seno. Infatti, da evidenze scientifiche riportate anche dal più recente Rapporto Unicef sull’allattamento, allattare favorisce lo sviluppo cerebrale dei neonati; protegge i bambini dalle infezioni; riduce il rischio di obesità e altre malattie, riducendo i costi sociali e sanitari; protegge le mamme che allattano dal cancro alle ovaie e dai tumori al seno.

Nonostante questo però, dall’avvento del “latte” in formula, l’allattamento al seno si è andato molto riducendo nel tempo e questo soprattutto nei Paesi ad alto reddito. Basti pensare che nel 2018 solo il 41% dei neonati nel mondo sono stati nutriti esclusivamente con latte materno per i primi 6 mesi di vita, come raccomandato dall’Oms e dall’Unicef. Meno della metà quindi. In Italia, sempre secondo Unicef, il tasso di allattamento al seno è dell’86%, una percentuale che cala drasticamente al 23% dopo i primi 4 mesi del bambino. Ecco perchè è importante parlare dell’allattamento e sostenerlo. Non è infatti un gesto sempre così scontato, facile e naturale come si potrebbe pensare. Serve più informazione e più vicinanza alle donne che lo scelgono.

Nel corso della trasmissione di Umbria radio XL News ne abbiamo parlato con Paola Chiereghin, responsabile delle relazioni esterne della Leche league Italia, un’associazione internazionale che da più di 60 anni fornisce supporto gratuito alle donne che allattano.

“In realtà l’allattamento può non essere così facile, ma è vero che ha in sè una forte componente istintiva e ‘naturale'” ha spiegato Chiereghin. “Le difficoltà nascono dal contesto culturale e sociale in cui siamo. Un tempo si imparava ad allattare ‘su imitazione’, nel senso che una donna al primo parto nella maggior parte dei casi aveva già assistito all’allattamento di sua mamma con i fratelli più piccoli, all’allattamento delle sorelle maggiori, delle cognate, delle cugine ecc.. Oggi una donna al primo figlio nove volte su dieci non ha mai seguito da vicino un’altra donna che allatta. Si è quindi spezzata la catena di informazioni. In più, l’avvento della formula ha ingarbugliato le cose: noi siamo figlie di un paio di generazioni che non hanno allattato per colpa di una promozione fortissima della formula che continua ancora oggi nonostante tutto”.

E’ inoltre importante ricordare che, come riportato sul sito della Leche league Italia, “soltanto due donne circa su diecimila non hanno fisiologicamente latte per i loro bambini”. Le altre semplicemente non hanno trovato il giusto supporto, ovvero figure specializzate che aiutino nelle eventuali difficoltà che si incontrano lungo il percorso. Oppure hanno scelto di non allattare. Anche in quest’ultima scelta la Leche league è a sostegno delle donne, perchè l’allattamento deve essere appunto una scelta libera. Le consulenti dell’associazione sono quindi formate anche per dare il giusto supporto e consiglio nel caso in cui si desideri terminare l’allattamento.

Per problemi con l’allattamento, informazioni e contatti segnaliamo il sito ufficiale di Leche league Italia www.lllitalia.org.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist