IN ONDA

logo giornale radio regionale

Giornale radio regionale

L'informazione quotidiana

Il giornale radio regionale di Umbria radio, a cura della redazione giornalistica di Umbria radio e del settimanale <a [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Ternana-Perugia, padre Mauro: «Tifo il Perugia fin da bambino. Nel derby d'andata ha vinto l'Umbria…»

Written by on 06/02/2017

Ternana-Perugia, padre Mauro: «Tifo il Perugia fin da bambino. Nel derby d'andata ha vinto l'Umbria…»

06/02/2017

PERUGIA – Inizia oggi la settimana che porterà al derby Ternana – Perugia. Una sfida sentita in tutta l’Umbria, con i tifosi già caldi e carichi per il ‘match dei match’. Tra questi tifosi c’è padre Mauro Angelini, un tifoso particolare che ha saputo farsi apprezzare all’interno della tifoseria biancorossa. In vista del derby, la redazione sportiva di Umbria Radio ha rivolto a padre Mauro alcune domande sulla partita e sul Perugia.
Pochi giorni al derby: che significa Perugia-Ternana per Padre Mauro?
«Il derby è certamente per me la partita più sentita fin da quando ero ragazzo. Mi ricordo che presi il trenino di nascosto da Sant’Anna per andare a vedere il derby. I miei genitori, quando tornai, mi fecero addirittura la ‘ramanzina’. Poi il Signore, durante il mio ministero sacerdotale, mi ha fatto stare due anni in provincia di Terni e lì ho conservato tanti amici, coppie che ho sposato, ma fortunatamente non sono tanto tifosi: anche se il messaggino “goliardico” mi arriva sempre… ».
Come è nata la passione per il Perugia?
«Sin da bambino sono stato un tifoso abbonato. E poi nel mio palazzo a Madonna Alta sono passati ed hanno abitato diversi calciatori: Curi, De Stefanis, Benedetti solo per citarne alcuni. Mi ricordo la forte emozione quando li incontravo».
Tifo in Curva: come Padre Mauro riesce a far ‘convivere’ la fede sportiva e la fede spirituale?
«La fede sportiva e la fede convivono molto bene: ho la possibilità di incontrare tanta gente, si può fare tanto del bene, ma soprattutto il contatto umano è bellissimo: cerco di arrivare sempre un po’ prima per parlare e incontrare tante persone. Anche con chi non crede c’è grande rispetto reciproco e tutto questo, devo dire, si concilia molto bene».
Dico Renato Curi, penso a Sabrina Curi: che rapporto ti lega alla famiglia Curi?
«C’è con Sabrina, Renatino e Clelia un grande affetto. La messa per Renato ogni anno la celebro con il cuore. Sicuramene i miei genitori, abitando nello stesso palazzo a Madonna Alta, lo hanno conosciuto. Ed ora sposerò a giugno anche Sabrina: sarà per me una celebrazione sentitissima».

Padre Mauro e Santopadre: non il papa, ma il presidente del Perugia. Che persona hai scoperto qui a Perugia?
«Con il presidente c’è un ottimo rapporto: io cerco di essere presente ma non invadente e penso che questo lo apprezzi. Il ricordo più bello con lui è quando, quattro anni fa, alla messa per Renato Curi mi disse: “Padre Mauro, si vede che lo fa con il cuore…”. Ricordo anche il funerale di Osvaldo Neri a Grutti: lui insieme alla squadra e alla dirigenza stetti in un abbraccio alla famiglia di Osvaldo. A proposito del derby di settembre 2016, sono certo che rimarrà storico: un derby nel quale hanno vinto sia il Perugia e sia la Ternana: ha vinto tutta l’Umbria».

Intervista a cura di Paolo Tardio


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist