Sisma, a San Pellegrino di Norcia giornata di festa: consegnate le prime 18 casette in legno

Written by on 19/02/2017

Sisma, a San Pellegrino di Norcia giornata di festa: consegnate le prime 18 casette in legno

19/02/2017

La consegna delle casette a San Pellegrino di Norcia

NORCIA – “Oggi è una giornata di grande speranza che attendevamo; è solo il primo passo per far vedere ala qualità del lavoro delle istituzioni”. Con queste parole, sulla pagina facebook del Comune di Norcia, l’amministrazione nursina ha voluto celebrare la consegna, nella mattinata di domenica 19 febbraio, delle prime 18 casette di legno a San Pellegrino di Norcia. Si tratta delle prime abitazioni completate nell’intera area del centro Italia colpita dal sisma. E’ stato il sindaco Nicola Alemanno a consegnare le chiavi degli alloggi alle famiglie sfollate dopo la scossa del 24 agosto scorso, visibilmente emozionate. “Questo è il risultato dello sforzo di cinque mesi difficili, ma è anche la risposta migliore che lo Stato potesse dare – ha commentato il primo cittadino -. Oggi possiamo dire che le istituzioni qui hanno lavorato come meglio non si potesse, nonostante le tante difficoltà. Presente al taglio del nastro anche l’assessore regionale Fernanda Cecchini che ha sottolineato come lo Stato c’è ancora e “continuerà ad esserci, restando al fianco di questa gente”. Già dai prossimi giorni i destinatari delle 18 casette, di 60 e 40 metri quadri, potranno abitarci definitivamente essendo gli alloggi dotati di ogni confort (all’interno sono completamente arredate con tanto di stoviglie,asciugamani, biancheria e pentole). Nei prossimi giorni, ha assicurato il comune di Norcia, verranno consegnati altri 20 moduli appena fuori le mura della città, mentre servirà ancora qualche settimana per ultimare i 63 alloggi che sono in via di realizzazione nella zona industriale. Dopo questi primi interventi si inizierà a lavorare all’emergenza abitativa seguita alle scosse del 26 ottobre e soprattutto a quella del 30, con magnitudo 6.5. “Ora dobbiamo andare ancora più veloci – si legge sul profilo facebook del comune di Norcia -. Non molliamo. #norciarinasce“. 
Per domani, lunedì 20 febbraio, è atteso in Valnerina anche il neo-presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani che in questi giorni sta visitando le aree colpite dal terremoto del centro Italia. Si tratta dell’ennesimo segnale di vicinanza da parte delle istituzioni europee, dopo la visita del commissario Corina Cretu della settimana scorsa e l’impegno preso da Juncker a ricostruire la Basilica di San Benedetto. 
Traguardo “È un primo traguardo importante perché si tratta della consegna concreta delle prime 18 casette a coloro che hanno avuto la casa inagibile dopo la scossa del 24 agosto”. Lo ha detto l’assessore regionale Fernanda Cecchini, a San Pellegrino di Norcia, nel corso della consegna degli alloggi (Sae-Soluzioni abitative di emergenza). “Questo primo villaggio è la dimostrazione che lo Stato c’è e che le istituzioni funzionano”, ha aggiunto l’assessore.
“Vedendo questi alloggi, come sono stati arredati e questo villaggio nel suo complesso, dico che abbiamo fatto assolutamente bene a propendere per una soluzione tutta nuova, se non altro per rispetto della dignità di queste persone che hanno perso tutto”, ha sottolineato la Cecchini. Nei giorni successivi al sisma c’era invece chi invocava l’utilizzo delle casette montate nel 1997 sulla montagna folignate.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist