IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

Ravanelli ad Umbria Radio: “Perugia, cammino lusinghiero. La Serie A è possibile”

Written by on 23/03/2017

Ravanelli ad Umbria Radio: “Perugia, cammino lusinghiero. La Serie A è possibile”

23/03/2017

PERUGIA – Venerdì sera sarà protagonista al Museo del Grifo: “Sempre legato a questa squadra ed alla mia città. Juve-Barcellona? I bianconeri possono farcela, sono cresciuti come gruppo”. Allenatore in attesa: “Spero in una panchina con un progetto importante”

“Noi tifosi del Grifo vogliamo vederlo in serie A, dove merita”. E detto da uno che ha fatto la storia del Perugia, il motto risuona ancora di più. Fabrizio Ravanelli, autentico simbolo del calcio perugino, è intervenuto a Sport&Sborz, la trasmissione radiofonica condotta dal giornalista Daniele Sborzacchi, in onda ogni mercoledì su Umbria Radio. Tanti i temi trattati con “Penna Bianca”… Passato, presente e futuro, una visione a 360 gradi del calcio perugino, italiano ed internazionale. “Sarò sempre legato alla mia città ed alla mia squadra del cuore, quella dalla quale sono partito e che mi ha fatto spiccare il volo – ha detto l’ex attaccante biancorosso -. Anche per questo sono felicissimo dell’iniziativa che si svolgerà venerdì sera al Museo dell’Ac Perugia”. Dove saranno proiettati video ed illustrate immagini inedite della carriera di Ravanelli, uno che il Grifo ce l’ha tatuato sulla pelle e che non dimentica mai da dove viene. E che naturalmente, quando può, continua a seguire le sorti del suo amato Perugia. “Ero al Curi per Perugia-Benevento, una grande partita del Grifo, prestazione straordinaria. Bucchi sta facendo vedere di avere stoffa, sin qui il cammino è veramente lusinghiero e contro una squadra come quella sannita che pratica un bel calcio, è arrivata una vittoria convincente. Credo che il Perugia abbia tutte le carte in regola per provare a salire in serie A, dove noi tifosi lo aspettiamo. Dobbiamo dire grazie a questi ragazzi, al tecnico ed al presidente che stanno cercando di portare a compimento la missione”. Sguardo poi alla Vecchia Signora, quella Juventus con la quale Ravanelli ha lasciato un altro segno… Sorteggio dei quarti di Champions non certamente benevolo. Dall’urna è uscito il Barcellona… “Sono sincero, me lo auguravo caldamente – continua il ‘Rava’ -. Rispetto alla finale di Berlino i bianconeri sono cresciuti molto come gruppo e quindi credo abbiamo tutte le possibilità di superare un ostacolo difficile come quello blaugrana”. Ed ogni volta che si parla di Juve e di Champions, il pensiero non può che andare a 21 anni fa, al trionfo dell’Olimpico nel quale proprio Ravanelli fu mattatore. “Una soddisfazione che mi porterò dentro per sempre, segnare un gol nella finale di Champions e poi vincerla è il massimo. Come è il massimo essere stato eletto come una delle 50 stelle juventine di tutti i tempi”. Adesso Fabrizio Ravanelli è a tutti gli effetti un allenatore. In attesa di chiamata. “Spero davvero che si concretizzi qualche situazione e di essere al via della prossima stagione, con un club che mi affidi un progetto importante”.

Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist