IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Perugia – Genoa 1-0. La perla di Olivieri e il cuore del Grifo biancorosso stendono il Genoa

Written by on 27/11/2022

Perugia – Genoa 1-0. La perla di Olivieri e il cuore del Grifo biancorosso stendono il Genoa

27/11/2022

L'esultanza

L'esultanza

Tre punti d’oro meritatissimi sono quelli conquistati dal Perugia al Renato Curi dopo novanta minuti giocati tecnicamente alla pari del blasonato Genoa ma con più cuore, grinta e determinazione nei momenti cruciali. Olivieri a metà ripresa spezza l’equilibrio con una prodezza personale che potrebbe cambiare il suo campionato e quello della squadra.

LE FORMAZIONI

Assenti Matos e Struna, Castori sorprende tutti scegliendo Olivieri per far coppia con Di Carmine in attacco. In difesa torna Dell’Orco insieme a Curado e Sgarbi, mentre sulle corsie Casaola va a destra e Paz vince il ballottaggio per la fascia sinistra con Beghetto. A centrocampo, infine, tutto come da copione con Kouan e  Santoro a supportare Bartolomei, schierato ancora in regia.

Dall’altra parte il precario Blessin, che si gioca la panchina, si affida alla coppia Puscas-Coda in attacco.

LA CRONACA

Partenza di gara equilibrata con buon ritmo e canovaccio abbastanza prevedibile con il Genoa che fa la partita e il Perugia che agisce di rimessa con qualche folata di Olivieri in contropiede.

La prima emozione di un primo tempo abbastanza avaro è per un calcio di punizione di Bartolomei che Semper fatica a mettere in angolo. Sul pallone seguente dalla bandierina stacca Curado ma il colpo di testa è alto.

Il Genoa, un po’ sornione, si fa vedere al 25′ con Puscas che scambia con Coda e sul tacco di ritorno strozza la conclusione che esce alla destra di Gori.

Episodio chiave alla mezzora: rimessa lunga in area, Santoro anticipa tutti e Coda lo abbatte in piena area. Per La Penna è rigore ma il Var chiama l’arbitro al monitor e alla revoca della decisione.

Nel finale di tempo non succede nulla di rilevante, a parte qualche altra decisione arbitrale che accende gli animi, e si va negli spogliatoi sullo o a 0.

Si riparte con un ritmo più elevato e con un paio di cambi di Blessin che mette dentro Portanova e Gudmundsson per migliorare i suoi anche se è il Perugia a farsi vedere con un destro alto di Kouan dopo una sgroppata di 40 metri.

All’11 errore di Sgarbi che consegna a Portanova il pallone sul destro in area con Gori che deve volare per deviare in angolo.

La partita si anima e il Grifo, spinto dalla Curva Nord, ha un paio di buone opportunità con Olivieri che non riesce a sfruttare calciando debolmente. C’è anche un palo di Di Carmine al 20′ ma il guardalinee sbandiera il fuorigioco.

L’inerzia sembra progressivamente passare dalla parte del Genoa ma alla mezzora Olivieri si inventa un gol meraviglioso liberandosi di tacco in area e pennellando un destro imprendibile sotto l’incrocio dei pali che fa esplodere il Curi biancorosso.

Castori dopo il gol toglie di Carmine e l’ammonito Santoro per Melchiorri e Iannoni.

Al ‘ 40 ci vuole Gori a disinnescare il sinistro su punizione di Aramu diretto all’angolino. Il tecnico del Perugia vuole difendere il risultato a tutti i costi e manda in campo Di Serio e Rosi per Olivieri e Paz.

Nel terzo minuti di recupero il Genoa va in gol con Strootman ma dopo una evidente carica del portiere che il var non può non vedere. La Penna annulla dopo la revisione al monitor.

Il finale è convulso ma i Grifoni tengono duro e conquistano la seconda vittoria casalinga della stagione festeggiata con un grande bagno di folla sotto la Nord.

LE PAGELLE

Gori – 7 – Sicuro in uscita, provvidenziale sulla bomba di Portanova ad inizio ripresa e sulla punizione calibrata da Aramu

Sgarbi – 5,5 – Poco lucido in troppe occasioni. Consegna un pallone pericolosissimo a Portanova in area

Curado – 7 – Concentrato e attento su un avversario tosto come Coda.

Dell’Orco – 7 – Sulle tracce di Puscas nel primo tempo e di Yeboah nel secondo. Ad entrambi lasca solo le briciole

Casasola – 6,5 – Bravo in copertira con due grandi diagonali, una per tempo, che salvano il Perugia da due situazioni difficili

Santoro – 6,5 – Presnete in copertura e lucido con la palla tra i piedi

Bartolomei – 6,5 – Il centrocampo degli ospiti è di spessore ma la sua regia è da veterano

Kouan – 7 – Difende e attacca ribaltando l’azione con velocità e più lucidità del solito

Di Carmine – 6,5 – Lotta come un leone lì davanti anche se non ha grandi occasioni.

Olivieri – 7,5 – Sempre molto attivo durante la gara. Il controllo di tacco con susseguente tiro a giro vincente è una perla di rara bellezza

 

Melchiorri – sv

Iannoni – sv

Di Serio – sv

Luperini – sv

Rosi – sv


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist