IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

  • 20:30

GIORNALE RADIO

Perugia 1416, si apre il sipario sulla settima edizione

Written by on 09/06/2022

Perugia 1416, si apre il sipario sulla settima edizione

Da giovedì 9 a domenica 12 giugno, tra novità e tradizione, torna la rievocazione storica che ricorda l’ingresso di Braccio Fortebracci in città dopo la battaglia di Sant’Egidio

09/06/2022

Perugia 1416

Il corteo di Braccio Fortebracci in Corso Vannucci, in una delle passate edizioni di 'Perugia 1416'

Tra novità e tradizione, quest’anno torna in presenza dal 9 al 12 giugno Perugia 1416 la rievocazione storica che ricorda l’ingresso di Braccio Fortebracci in città dopo la battaglia di Sant’Egidio. La manifestazione, giunta alla sua VII edizione, organizzata dall’omonima associazione, dopo due anni in cui si è svolta in gran parte online, è pronta per esprimere con entusiasmo la voglia di ripartire e di stare insieme, più di prima.

“La prima novità -spiega la presidente Teresa Severini- riguarda il corteo storico, che sarà anticipato al sabato pomeriggio e sarà escluso dalle sfide dei Rioni diventando un unico momento di alta spettacolarità. Dopo questi due anni in cui non si sono fatti né corteo né sfide sportive, i Rioni hanno voluto essere protagonisti nella scelta, riconoscendo la difficoltà di un’edizione post pandemia.

Il non punteggio al corteo consentirà la necessaria coesione: i circa cinquecento figuranti previsti sfileranno, infatti, tutti insieme, con anche alcune delegazioni di rievocazioni storiche coeve, proprio per celebrare l’unità di intenti che caratterizza questa manifestazione in tutte le sue sfaccettature. I Rioni si contenderanno perciò il Palio, realizzato quest’anno da Francesca Biancalana, con le sfide sportive: la mossa alla torre, la corsa del drappo e, altra novità, il tiro con l’arco storico che va a sostituire quello del giavellotto.

Cambiamenti anche per i luoghi della manifestazione che si concentrerà nel quadrilatero del centro storico compreso tra corso Vannucci, piazza IV Novembre, piazza Matteotti e via Baglioni: pertanto anche l’ingresso di Braccio sarà rievocato direttamente in piazza, e non al Cassero di Porta Sant’Angelo, come era stato negli anni precedenti. Una decisione maturata per favorire gli operatori economici dell’acropoli dopo questi due anni di pandemia, cercando di facilitare la partecipazione dei turisti ai vari eventi di questi quattro giorni”.

Altra novità, il grosso, la moneta in argento (dal peso di circa 1,68 grammi) di maggior valore in quel periodo nel quale, a Perugia, non veniva ancora coniata moneta d’oro.

Coniato sin dal 1321, presenta un’elegante lettera P a largo piede con un nodo al centro dell’asta ed un occhiello allargato che termina con una sorta di piccolo giglio.

Battuto in ben quattro emissioni, questa affascinante moneta presenta all’inizio e fine legenda due foglie palmate, forse due pampini di vite. La moneta sarà battuta in diretta durante la manifestazione, nel contesto del distretto artigianale medievale che verrà allestito in piazza IV Novembre.

Perugia 1416, quattro giorni tra esibizioni, sfide, concerti e spettacoli

L’apertura di Perugia 1416, è affidata alla presentazione delle prime dame dei cinque Magnifici Rioni. Francesca Galassi per Porta Eburnea, Caterina Orazi per Porta Santa Susanna, Chiara Pitarchini per Porta Sant’Angelo, Valentina Di Mambro per Porta Sole e Sara Becchetti per Porta San Pietro giovedì 9 alle ore 17 sfileranno e saliranno la scala della Vaccara di Palazzo dei Priori. A seguire, alle ore 18, è in programma la Messa e la cerimonia di benedizione del Palio e degli stendardi dei Rioni in cattedrale.  La prima giornata, si chiuderà con il Gran concerto di musica antica in programma alle ore 21,30 nella chiesa di Sant’ Antonio Abate, situata in Corso Bersaglieri.

La manifestazione entrerà nel vivo, con l’ingresso in città di Braccio Fortebracci con i Bracceschi, formati dalla Compagnia del Grifoncello e dalla Militia Bartholomei, dopo la vittoria nella battaglia di Sant’Egidio, avvenuta il 12 luglio 1416. L’appuntamento è fissato per venerdì 10 alle ore 21,45 in piazza IV Novembre.

Braccio Fortebracci (interpretato sempre con sentita partecipazione da Alexio Bachiorri), seguito dai suoi Bracceschi, entrerà a Perugia (quest’anno direttamente in Piazza, non al Cassero come nelle precedenti edizioni) e gli andranno incontro, per riceverlo, i cinque Consoli dei Magnifici Rioni (Stefano Cascianelli di Porta Eburnea, Francesco Berardi di Porta San Pietro, Franco Ivan Nucciarelli di Porta Sant’Angelo, Oscar Bigarini di Porta Santa Susanna e Francesco Pinelli di Porta Sole), pronti a portare il loro saluto al nuovo signore di Perugia. Un incontro, che darà il via alle celebrazioni,  preannunciate nella riformanza comunale del 17 luglio 1416, che avverranno a partire dal giorno seguente.

In anticipo su queste, a seguire il suo ingresso, ci sarà il suggestivo lancio dei bandi di sfida tra i rioni che apriranno le contese per il Palio dalla splendida scala della Vaccara di palazzo dei Priori (intorno alle 22).

Non mancheranno, poi, esibizioni, concerti e spettacoli. Ritorna anche la cena medievale di fine manifestazione, in programma domenica sera in corso Vannucci. A fare da cornice alla rievocazione storica, per i turisti, di prossimità e non, che saranno richiamati dalla festa, anche Perugia Folgora, la video installazione immersiva situata stabilmente all’interno della Rocca Paolina, nella sala del Caminetto.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist