‘Guerra e Pace’ finalmente in scena al Teatro Morlacchi di Perugia

Written by on 04/05/2021

‘Guerra e Pace’ finalmente in scena al Teatro Morlacchi di Perugia

Dal 4 al 30 maggio, il capolavoro di Lev Tolstoj nella riscrittura di Letizia Russo per l'allestimento curato dal regista Andrea Baracco, nuova produzione dello Stabile dell'Umbria

04/05/2021

Guerra e Pace

'Guerra e Pace' finalmente in scena al Teatro Morlacchi di Perugia

PERUGIA- Arriva finalmente in scena, dopo il mancato debutto dello scorso ottobre, Guerra e Pace il capolavoro di Lev Tolstoj nella riscrittura di Letizia Russo per l’allestimento curato dal regista Andrea Baracco. Dal 4 al 30 maggio, il Teatro Morlacchi, grazie alla riapertura dei teatri, chiusi in questi mesi a causa dell’emergenza sanitaria, è pronto ad ospitare la nuova produzione dello Stabile dell’Umbria, realizzata con il contributo della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli.

Dopo lo straordinario successo de Il maestro e Margherita di Michail Bulgakov, il TSU accompagnerà lo spettatore nelle atmosfere nel magico mondo di uno delle più grandi opere della letteratura mondiale. Protagonista, sarà un cast di quattordici attori : Giordano Agrusta, Caroline Baglioni, Carolina Balucani, Dario Cantarelli, Stefano Fresi, Ilaria Genatiempo, Lucia Lavia, Emiliano Masala, Laurence Mazzoni, Woody Neri, Alessandro Pezzali, Emilia Scarpati Fanetti, Aleph Viola, Oskar Winiarski.

“Se ti chiedono di parlare di Guerra e Pace non sai che dire -spiega Andrea Baracco- e se ci provi hai la frustrante consapevolezza di balbettare delle banalità. I personaggi, tutti, proprio tutti, se ne stanno ostinatamente distanti da qualunque tipo di definizione, i temi sono talmente alti da non sognare neanche lontanamente di farsi precipitare a terra. E quindi non si può che procedere per contradditorie impressioni, oppure provare a dare della carne e delle ossa a quei personaggi, a quei temi, farli un poco circolare tra la vita, nel teatro, indicargli la strada della sala e mettersi ad osservarli agire. Ma l’ingombro è davvero sproporzionato, vanno fuori quinta di continuo, il palco non riesce proprio a contenere tanta maestosità, tanta volontà di grandezza e allora via tutto, via le quinte, via la platea”.

Il pubblico, infatti, potrà assistere allo spettacolo in sicurezza, unicamente dai palchi, in un teatro inconsueto, dove le poltrone in questa occasione sono state rimosse e la platea è diventata un grande palcoscenico. Tratto dai primi due libri del romanzo dell’autore russo, è composto da due spettacoli distinti e autoconclusivi, secondo un calendario che è possibile consultare sul sito del Teatro Stabile.

Il pubblico dovrà necessariamente prenotare il proprio posto a teatro o acquistarlo online. Per facilitare ulteriormente l’accesso, il TSU ha messo a disposizione il numero Whatsapp 3939139922 attraverso il quale, digitando Guerra e pace, lo spettatore verrà richiamato dagli addetti alla biglietteria.

“In questi mesi, insieme al presidente Brunello Cucinelli -dice il direttore del Teatro Stabile dell’Umbria, Nino Marino- consapevoli del ruolo istituzionale e culturale dello stabile umbro, ci siamo assunti la responsabilità artistica, ma anche un necessario dovere nei confronti dei nostri lavoratori, di un progetto produttivo forte. Così è nato Guerra e Pace, per trasformare in teatro un romanzo memorabile, mentre la città fuori era deserta e silenziosa e la natura consolatrice continuava a vivere nonostante tutto. Uno spettacolo, che testimonia la capacità del teatro di trasformarsi e inventare nuove prospettive e possibilità di fruizione”.

Da segnalare, inoltre, che in occasione della messa in scena  dello spettacolo, il Teatro Stabile dell’Umbria presenta Diario di uno spettatore clandestino di François Olislaeger. Il disegnatore franco-belga, con uno sguardo originale ha assistito alle prove di Guerra e Pace e ha prodotto delle tavole straordinarie che hanno preso forma raccolte in un libro che riporta su carta le immagini dello spettacolo e le implicazioni emotive di questa esperienza.

Un originale progetto editoriale che il Teatro Stabile dell’Umbria ha pubblicato grazie alla collaborazione con Emergenze Publishing, la casa editrice dell’Associazione Culturale Emergenze, che ha come luoghi di irradiazione privilegiati Edicola 518, aperta nel 2016 nel centro storico di Perugia. E’ possibile acquistare il libro, presso il Teatro Morlacchi in occasione delle repliche dello spettacolo, oppure sul sito www.edicola518.com .


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist