Emergenza sanitaria, confronto tra i sindacati e la presidente Tesei

Written by on 31/12/2021

Emergenza sanitaria, confronto tra i sindacati e la presidente Tesei

“Evidenziata l’indignazione della popolazione e dei lavoratori" hanno detto i rappresentati di Cgil, Cisl e Uil a margine dell'incontro in video conferenza

31/12/2021

emergenza sanitaria

Personale sanitario nei corridoi dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia

Si è svolto, in videoconferenza, nel pomeriggio di giovedì 30 dicembre  l’annunciato incontro sull’emergenza sanitaria convocato dalla presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, con i tre segretari generali di Cgil, Cisl e Uil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla, Angelo Manzotti e Maurizio Molinari, alla presenza dell’assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, e del capo di gabinetto della presidente, Federico Ricci. I rappresentanti dei sindacati hanno ribadito alla presidente e all’assessore le gravi difficoltà che in questi giorni i cittadini e le cittadine umbre stanno vivendo.

“Non è possibile che, a quasi due anni dall’inizio della pandemia -hanno osservato i tre segretari regionali- la sanità umbra si trovi ancora una volta in affanno e in emergenza, con il personale costretto a farsi carico di tutte le carenze organizzative e di organico che non sono state ancora risolte.

E’ nota, l’indignazione delle cittadine e dei cittadini della nostra regione, costretti alle interminabili file per i tamponi di questi giorni, file che non solo hanno creato forti disagi alle famiglie coinvolte, ma hanno ostacolato il tracciamento e favorito ancora una volta la sanità privata”.

Le difficoltà del mondo lavoro e del sistema produttivo e il rientro a scuola, sono stati gli altri temi toccati nel corso dell’incontro. Infine, i tre segretari hanno ribadito tutta la loro contrarietà per la modalità con cui la Regione ha coinvolto le organizzazioni sindacali nella discussione sul piano sanitario regionale, con l’invito a una riunione di un’ora e mezza il 31 di dicembre, convocata non dall’assessore competente, ma da un dirigente.

Prendendo la parola, la presidente Tesei e l’assessore Coletto hanno ammesso l’inadeguatezza della procedura seguita e comunicato che la discussione sul piano sanitario sarà affrontata più avanti, a gennaio, con le giuste modalità di partecipazione. Rispetto alle forti criticità evidenziate dai sindacati, la presidente ha rimarcato come problematiche simili siano comuni a tutto il Paese e che comunque, nella discussione aperta con il governo, si studieranno già dalle prossime ore alcune soluzioni.

Concordati quattro interventi prioritari

A questo punto Cgil, Cisl e Uil, mettendo da parte la questione del piano sanitario e delle assunzioni, che andrà affrontata in maniera ordinata a gennaio, anche sulla scorta delle decisioni che il consiglio dei ministri prenderà nelle prossime ore,  hanno concordato con la Regione quattro interventi prioritari: avviare già domattina tutti i tavoli su salute e sicurezza nelle direzioni delle aziende sanitarie e ospedaliere, con il coinvolgimento delle rappresentanze sindacali dei lavoratori della sanità e degli Rls (responsabili dei lavoratori per la sicurezza), per una gestione partecipata dell’emergenza e dell’organizzazione del lavoro; tamponi gratuiti per gli studenti e le studentesse al rientro a scuola e per tutte le persone positive al termine del periodo di isolamento previsto; l’immediata implementazione dei centri per l’effettuazione dei tamponi e quindi del sistema pubblico di tracciamento; la convocazione di un tavolo permanente con Confindustria e le altre associazioni datoriali per gestire la nuova emergenza nei luoghi di lavoro e discutere di cassa integrazione Covid e ammortizzatori sociali.
“La risposta della Regione è stata positiva -hanno commentato i tre segretari al termine del confronto- ma sappiamo che oltre alla buona volontà espressa a parole serve una fase attuativa immediata e all’altezza dell’emergenza sanitaria. Sarà nostro compito vigilare quotidianamente sull’attuazione di questi impegni e continuare il confronto nell’interesse generale della popolazione umbra”.

Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist