IN ONDA

Playlist musicale


Raccolta di brani italiani e stranieri ! tutte le ultime uscite musicali in un programma veloce e brillante


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

GIORNALE RADIO

Elezioni 2022, Meloni vince anche in Umbria

Written by on 26/09/2022

Elezioni 2022, Meloni vince anche in Umbria

Fratelli d'Italia balza oltre il 30 per cento ed elegge, in Umbria, quattro parlamentari su nove.

26/09/2022

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni

Elezioni 2022, la Meloni vince anche in Umbria. La regione così cambia paradigma politico. L’esito delle elezioni politiche consegna anche in Umbria la vittoria della coalizione di centrodestra e del partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia. Il suo è un balzo oltre il 30 per cento in Umbria con la Lega che invece scende all’otto per cento. Questi dati e molti altri al centro degli Xl News speciale Elezioni2022, in onda durante tutta la giornata.

Il centrodestra al 45,8% in Umbria 

In attesa dell’ufficialità e del timbro del Viminale con questo quadro Fdi va verso l’elezione di quattro parlamentari su nove in Umbria. È confermato il seggio alla Camera di Emanuele Prisco, capolista nel proporzionale di Fdi ed è eletto anche il capolista del Senato Antonio Guidi (ministro per la famiglia nel primo Governo Berlusconi). Eletto anche Franco Zaffini (coalizione al 45,79%), che era candidato nel collegio uninominale del Senato. E con molta probabilità per Fratelli d’Italia scatterà anche il secondo seggio nel proporzionale della Camera che dovrebbe corrispondere al presidente del consiglio regionale Marco Squarta, terzo nel listino dietro a Prisco e alla Toscana Chiara La Porta che però ha molte più chance di essere eletta “a casa propria” in virtù della regola del Rosatellum per cui in caso di pluricandidatura “vince” quella in cui si è ottenuto il risultato più basso. La Lega conferma in Parlamento il deputato Virginio Caparvi, che conquista il collegio Umbria 2 della Camera (44,7% il dato della coalizione).

L’altro uninominale della Camera (Umbria 1, corrispondente alla provincia di Terni insieme alle città di Foligno e Spoleto) conferma un altro deputato uscente: Raffaele Nevi di Forza Italia (46,98% il dato della coalizione nel collegio) con il partito azzurro al 6,8%. Sul fronte del centrosinistra, il Partito democratico (20,9% alla Camera e  21,5% al Senato) salva due seggi: sono confermati i due capilista dei listini di Camera e Senato, rispettivamente Anna Ascani e Walter Verini. E in virtù del 12,66 per cento del M5S in Umbria potrebbe farcela alla Camera anche la senatrice uscente Emma Pavanelli. Con il calcolo dei resti nazionali si contenderà il seggio con Giacomo Leonelli di Azione (8,17%).

Fratelli d’Italia dovrebbe avere anche un’altra umbra in Parlamento: la consigliera regionale Eleonora Pace eletta in Campania. Il risultato delle coalizioni è nettissimo in Umbria: 45,8% per il centrodestra, 27% il centrosinistra. Il

Affluenza scende sotto al 69% 

L’affluenza al voto in Umbria cala rispetto alle politiche del 2018. Il dato definitivo, delle ore 23.00, di queste elezioni 2022 è del 68,86%. Un calo quindi di circa 10 punti percentuali rispetto al 2018, quando votarono il 78,23% degli umbri. Il dato dell’affluenza regionale è sostanzialemente identico sia per Camera e Senato, che per le due province (Perugia 69,13%- Terni 68,09%).

L’Umbria può comunque vantare un dato di affluenza maggiore della media nazionale, al 64%, di quasi 5 punti percentuali.

I commenti

“Un grande risultato del centrodestra”: la presidente della Regione Donatella Tesei, Lega, ha commentato così i risultati delle elezioni politiche in Umbria. Dove la coalizione ha superato il 45 per centro mentre il centrosinistra si è fermato tra il 26 e il 27 per cento. Tesei, si è detta “molto contenta di un risultato che rafforza il governo regionale”. “Il quale – ha sottolineato – ha operato in condizioni particolari, di grande crisi. Nonostante questo è emerso un centrodestra molto forte, sopra al dato nazionale, e in netta crescita”. Riguardo al calo della Lega, la presidente ha parlato di “dato che segue l” andamento del resto del Paese”. Tesei si è poi soffermata sul quadro relativo al governo umbro. “Sulla Giunta umbra – ha detto – c’è un confronto aperto da tempo tra tutte le forze della coalizione. A breve ci incontreremo ancora. C’è un lavoro intenso nell’interesse della comunità umbra”.

“Il Terzo polo in meno di due mesi raggiunge quasi l’ 8%. In Umbria il dato è superiore alla media nazionale, con risultati a doppia cifra in diversi comuni ad iniziare dal capoluogo di regione, Perugia, con il 10,43, Orvieto con quasi l’ 11% (10,59%), Corciano con il 10,30%. Alla Camera abbiamo superato Forza Italia e la Lega, partiti presenti da anni e in posizioni di governo in Regione e in molti Comuni umbri. Risultati importanti, senza precedenti, per un soggetto nato un mese fa, che ritengo rappresentino un punto di partenza solido per offrire ai cittadini umbri una proposta politica concreta, pragmatica e liberale” E’ l’analisi di Andrea Fora, presidente regionale CiviciX”.

“Dal voto emerge una vittoria netta delle destre a livello nazionale. Il Partito democratico, che ha affrontato una campagna elettorale difficile e controvento, segnata da una tendenza piuttosto consolidata già alla vigilia, in Umbria si posiziona al di sopra della media nazionale. Questo ci consegna prima di tutto la responsabilità di ridefinire perimetro, strumenti e contenuti della nostra azione politica e proposta programmatica”: è il commento del segretario regionale del Pd, Tommaso Bori. Un Pd rigenerato e una coalizione forte sono le basi su cui ricostruire un progetto di prospettiva per l” Umbria, scegliendo insieme – conclude Bori – le strade da percorrere per assicurare alla regione un futuro di crescita nell’uguaglianza delle opportunità”.

“Soddisfazione” per il risultato ottenuto da Forza Italia in Umbria alle elezioni politiche è stata espressa dal coordinatore regionale Andrea Romizi, che si complimenta con Raffaele Nevi per la riconfermata alla Camera. “Dalle urne, FI esce come l’unico partito, a parte FdI, in crescita non solo come percentuale ma anche come numero di voti espressi rispetto sia alle regionali che alle europee del 2019, risultando peraltro, in molti comuni umbri, la seconda forza della coalizione” sostiene in una nota.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist