IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Cosenza – Perugia 1-2. Il Grifo fa tris vincendo una partita sporca e si lancia in classifica

Written by on 15/02/2022

Cosenza – Perugia 1-2. Il Grifo fa tris vincendo una partita sporca e si lancia in classifica

15/02/2022

Lunga trasferta infrasettimanale per il Perugia che dopo la vittoria roboante sul Frosinone scende al “San Vito Marulla” di Cosenza per affrontare la squadra di Occhiuzzi reduce da due pareggi consecutivi, l’ultimo a Vicenza, e invischiata nella lotta per non retrocedere. Nei Grifoni torna Curado ma non c’è Ferrarini, rimasto in Umbria per una leggera distorsione alla caviglia. Alvini opta per un ampio turn over confermando solo 3 interpreti della gara vittoriosa di sabato. Davanti a Chichizola, Angella è affiancato da Rosi e Zanandrea in difesa, Falzerano e Beghetto, che esordisce da titolare, sulle corsie mentre in mezzo Kouan e D’Urso, anche per lui esordiente dall’inizio, supportano Ghion in regia. In attacco Matos torna a far coppia con De Luca. I padroni di casa recuperano invece Carraro e Ndoj reduci dalla squalifica, ma devono rinunciare a Di Pardo e Palmiero e Sy non convocati. In attacco Occhiuzzi si affida all’ex Cagliari Larrivey.

L’inizio del match è interlocutorio e spezzettato nel gioco con una sola azione da goal all’attivo del Cosenza nei primi dieci minuti con Laura che entra in area dalla sinistra ma il pallone è facile presa di Chichizola. La gara è piuttosto spigolosa con le due squadre che commettono tanti errori di appoggio ma con i Grifoni che piano piano prendono il controllo delle operazioni.

Il secondo quarto di gioco si apre con il Perugia in attacco e De Luca ci prova prima in girata senza inquadrare la porta e poi di testa con il pallone che carambola davanti al portiere.

Al 33’ è Matos, che aveva fallito un tap-in in area piccola poco prima, a sbloccare la partita inserendosi in area su una sponda di  De Luca su rilancio di Zanandrea. I biancorossi non brillano ma sembrano difficilmente superabili anche se nel finale di tempo Zanandrea si perde Laura che ha una buona opportunità davanti a Chichizola che però è bravo a chiudere la porta e a salvare il risultato.

La partita si riapre con il Cosenza che tenta l’aggancio direttamente su calcio di punizione ma niente di fatto per Liotti. Ghion interviene su Ndoj ed è il primo ammonito del match.

Il raddoppio del Perugia arriva su un’azione tambureggiante: cross di Falzerano e tiro di Beghetto respinto, il pallone sembra uscire ma il numero 22 lo arpiona di nuovo servendo D’Urso che di tacco inaugura al meglio il suo esordio in maglia biancorossa.

Occhiuzzi tenta allora il tutto per tutto mandando dentro Millico e Caso. Al 71’ è Camporese ad accorciare le distanze sugli sviluppi di un calcio d’angolo e il goal che accorcia le distanze restituisce entusiasmo alla squadra di casa che ci crede e vuole riacciuffare il risultato.

Qualche minuto di affanno in cui il Cosenza stringe nella propria metà campo i Grifoni un po’ destabilizzato dalla rete subita. A far respirare il Grifo è Kouan che porta fuori il pallone verticalizzando per Carretta che crossa su De Luca. L’attaccante calcia al volo e trova la miracolosa parata di Matosevic che tiene in partita i suoi.

Su un disimpegno impreciso di Sgarbi Caso mette alla prova Chichizola che protegge la porta. Un po’ di stanchezza annebbia le scelte e il controllo del gioco con e senza palla, costringendo al fallo tattico Aleandro Rosi su un Caso entrato benissimo in partita. Sullo scadere del tempo regolamentare è Pandolfi ma la mira è sbagliata.

Finisce con la conquista dei 3 punti una partita ostica e a tratti sofferta per i Grifoni che con una squadra in turn over per otto undicesimi dimostra per l’ennesima e con tutto il suo organico di rispondere benissimo alle direttive di Alvini, riportando a casa un risultato storico tra le mura nemiche di Cosenza che mancava  sin dal 1948.

 

Il tabellino

Reti: 33’ Matos ; 56’ D’Urso; 71’ Camporese

Ammoniti: 51’ Ghion ; 80’ Olivieri; 83’ Carretta; 84’ Rosi; 86’ Gerba

Cosenza (3-5-2): Matosevic; Hristov, Camporese, Rigione (51’ Millico) Situm, Kongolo (46’ Florenzi) Carraro, Ndoj, Liotti (68’ Gerbe) Laura (51’ Caso) Larrivey (63’ Pandolfi)

Perugia (3-4-1-2): Chichizola; Rosi, Angella, Zanandrea (81’ Sgarbi) Falzerano, Kouan, Ghion (64’ Santoro) Beghetto; D’Urso (64’ Segre), Matos (64’ Carretta) De Luca (78’ Olivieri)


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist