IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

GIORNALE RADIO

Anziani sempre più soli: ci pensa la Caritas di Perugia

Written by on 12/05/2022

Anziani sempre più soli: ci pensa la Caritas di Perugia

Nel 2021 il progetto 'Argento Vivo', potenziati laboratori e attività con il nuovo 'Fili d'Argento'

12/05/2022

anziani soli caritas perugia

Il laboratorio di cucina del progetto 'Argento Vivo'

Anziani sempre più soli che, nel tempo della pandemia, si sono chiusi in sé stessi rischiando di scivolare in un isolamento sociale: a loro, come a molti altri bisognosi, pensa la Caritas diocesana di Perugia – Città della Pieve che, per tutto il 2021, ha portato avanti il progetto ‘Argento Vivo’, realizzato con  i fondi dell’8xmille in cofinanziamento con la Fondazione di Carità San Lorenzo.

Laboratori e socialità

‘Argento vivo’ è un “segno pastorale che aspira ad educare il popolo cristiano alla carità e ad aiutare la nostra società tentata a chiudersi ad essere maggiormente attenta e aperta agli altri”, spiega l’ente caritatevole perugino nel resoconto di fine anno del progetto pensato e ideato e lanciato in piena emergenza sanitaria da Covid. “Il nome indica il fine: il progetto attraverso laboratori, svolti a distanza durante la pandemia e ora in presenza, costituisce anche un’occasione di lavoro per alcuni giovani operatori”. Agli anziani soli, sono stati proposti dei laboratori, on line e in presenza, come catechesi attraverso l’arte, corsi di ginnastica dolce, laboratori di digitali, di cucina, teatro, turismo e molto altro. “Hanno partecipato a questo progetto di rilevanza sociale e pedagogica un centinaio di  anziani provenienti da tutta Perugia – racconta Simona Bianconi, assistente sociale di ‘Argento Vivo’ nel corso della trasmissione Mondo Migliore di Umbria Radio -. Il progetto ha come slogan le frasi di papa Francesco e del cardinale Gualtiero Bassetti, da sempre molto attenti al mondo degli anziani: ‘Un albero staccato dalle radici non cresce, non dà fiori e frutti” (papa Francesco); “Gli anziani, chiave di volta dell’architettura sociale’ (card. Bassetti)”.

Il bisogno di socialità

“Il progetto è nato dall’esigenza di rispondere a un bisogno che quello della solitudine intercettato dall’importante lavoro dei Centri d’ascolto  Caritas della diocesi – spiega ancora Bianconi – e anche grazie all’attivazione di un numero telefonico dedicato ‘Telefono Argento’, a cui molte persone hanno chiamato per segnalarci questo bisogno. Grazie ad un osservazione attenta dell’utenza, siamo riusciti ad intercettare la necessità di molti anziani autosufficienti di condividere la propria giornata con altre persone, di raccontarsi e di far sentire alla società che – anche se  pensionati – , si può essere ancora utili per se stessi e per gli altri”.  La linea telefonica dedicata all’ascolto esclusivo degli anziani soli autosufficienti “è nata per rispondere non solo alle piccole necessità della vita quotidiana, come il disbrigo della della spesa oppure un pagamento di una bolletta, ma anche per dare l’opportunità a queste persone di parlare, di raccontare, di narrare una storia che magari era proprio la loro storia di vita”. Raccolte le necessità, la Caritas di Perugia ha iniziato a pensare e progettare le attività che potessero essere interessanti e accattivanti per poter garantire una partecipazione attiva è condivisa. “Da qui – sottolinea Bianconi – l’idea di contattare degli operatori esperti del nostro territorio per la realizzazione eventi laboratoriali”. il progetto nasce proprio durante il boom della pandemia, quando le attività in presenza erano vietate, perciò “in una prima parte abbiamo realizzato dei laboratori on-line, come quello dedicato alle catechesi sull’arte con il contributo di Claudia Guarino, ma anche il laboratorio di ginnastica dolce con l’insegnante Martina Maisto che proponeva degli esercizi da realizzare in casa anche con semplici attrezzature della vita quotidiana. Da aprile – spiega l’assistente sociale – sono iniziati laboratori in presenza, fiore all’occhiello del progetto ‘Argento Vivo’, come il laboratorio di cucina gestito da i fuochi dell’Unione regionale cuochi umbri. Accanto al laboratorio di cucina si è sviluppato il laboratorio di informatica e quello di musicoterapia con il musicoterapista Maurizio Vignaroli, Poi il turismo socio-relazionale gestito da Maria Serena una volontaria Caritas”.

Il nuovo ‘Fili d’Argento’

Il progetto ‘Argento Vivo’ si è svolto per tutto il 2021, ma il bisogno di socialità degli anziani non si è esaurito. Da qui l’idea di Caritas Perugia di rilanciare, per tutto il 2022, un nuovo progetto con gli stessi obiettivi: ‘Fili d’Argento’. “Vista la grande partecipazione al primo progetto frutto anche di una offerta formativa accattivante, abbiamo deciso di continuare a dare una risposta a questa necessità dei nostri anziani – sottolinea Bianconi -: la solitudine delle persone anziane continua ad essere una priorità per Caritas”.  ‘Fili d’Argento’, che verrà presentato a breve -, è un po’ la continuazione di ‘Argento Vivo’ con l’attivazione di nuovi laboratori come l’attività di orticoltura realizzato anche grazie all’aiuto di Frate Indovino che ha messo a disposizione dei terreni. “Altre novità riguardano il laboratorio di cucito, per stimolare la manualità e la creatività delle persone anziane sole autosufficienti – anticipa l’assistente sociale -. Abbiamo instaurato una sorta di partenariato con AMATA – Associazione Malati Alzheimer e Telefono Alzheimer Umbria – per il sostegno dei caregiver e inoltre ci sarà la possibilità di soggiornare qui in Caritas per tutti quegli anziani indigenti che devono venire a Perugia per  delle visite mediche e non hanno un posto dove poter alloggiare”.

La storia di Maria

Tra coloro che hanno partecipato ai laboratori proposti da ‘Argento Vivo’ c’è anche Maria, 73 anni, originaria di Milano ma residente a Perugia da 40 anni. “Avevo un centro benessere proprio qui vicino alla Caritas di Perugia – racconta Maria nel corso della trasmissione Mondo Migliore -. Una volta chiusa l’attività ho iniziato a dipingere sui tessuti ma ero sempre piuttosto sola. Frequentavo tutti i giorni la Caritas e ho sentito parlare di questi laboratori e mi sono subito interessata. Siccome ero sempre sola,  mi attirava l’idea di poter stare n compagnia di altre persone”. Una esperienza che le ha permesso non solo di apprendere nuove conoscenze – “i laboratori sono stati gestiti con competenza e avevano un alto livello formativo” racconta Maria – ma anche di conoscere persone nuove e fare amicizia: “Dopo questi laboratori sono nate delle amicizie con le quali ho continuato ad avere dei bellissimi rapporti, specialmente con le persone che con me hanno frequentato il laboratorio di cucina e informatica. È stato bello e sono sono veramente felice di aver partecipato e ovviamente – conclude Maria – parteciperò anche ai nuovi laboratori di ‘Fili d’Argento'”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist