IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

  • 20:30

Alessandria – Perugia 1-2. Il Grifo ruggisce al “Moccagatta” e firma la sesta perla in trasferta

Written by on 22/02/2022

Alessandria – Perugia 1-2. Il Grifo ruggisce al “Moccagatta” e firma la sesta perla in trasferta

22/02/2022

Di nuovo in campo in questo faticosissimo febbraio i Grifoni che per la ventiseiesima giornata fanno vista all’Alessandria reduce dalla sconfitta di Ascoli. I Grifoni, dopo tre vittorie consecutive, hanno concluso l’ultimo turno con un pareggio con la capolista Cremonese. Per Alvini qualche assenza di troppo in difesa dove mancano all’appello Dell’Orco squalificato e Angella non al meglio così come Ferrarini a centrocampo e De Luca in attacco. il tecnico biancorosso rivoluziona ancora tutto schierando davanti a Chichizola la difesa con Rosi, Curado e Zanandrea. A centrocampo Burrai e Kouan con Falzerano e Beghetto sulle fasce mentre in attacco D’Urso supporta la coppia formata da Carretta e Olivieri. Dall’altra parte solo panchina per Di Gennaro acciaccato mentre sono out gli infortunati Coccolo, Pierozzi, Palazzi, Orlando e Bellodi. Longo non rinuncia a Corazza in attacco, supportato da Palombi e Milanese.

L’inizio della partita vede subito l’Alessandria in avanti con Mustacchio che taglia un cross teso dalla destra senza esito mentre all’undicesimo, su uno schema da calcio d’angolo, Corazza va col tiro dalla distanza e Chichizola fa il primo miracolo di giornata alzando sopra la traversa con un colpo di reni da campione. Al quarto d’ora per un fallo di Casarini su Zanandrea i due si affrontano testa a testa e vengono entrambi ammoniti.

La partita si fa da subito nervosa e si perde tanto tempo tra un intervento falloso e l’altro con una difficoltà di gestione evidente da parte dell’arbitro dei 22 in campo. Al 20’ è un calcio di punizione nei pressi del fallo laterale a decretare il vantaggio dell’Alessandria con l’incornata vincente di Mantovani sul primo palo. Si apre un tempo di buio completo per la squadra ospite che non riesce a costruire gioco, sempre anticipata dai padroni di casa. Due incursioni pericolosissime di Corazza, di cui una a tu per tu con Chichizola che di nuovo si supera in uscita e disteso per prevenire il tiro a porta viola, gelano il Perugia.

La gara sembra mettersi in salita per il grifo ma al 34′  dal guizzo sulla fascia sinistra di Kouan nasce l’opportunità del pareggio: Olivieri riceve in area, si libera dell’avversario e con il destro insacca sul secondo palo.

I padroni di casa accusano il colpo ma nel finale di tempo il Perugia non riesce ad approfittarne in un paio di circostanze favorevoli in area.

Il secondo tempo si apre con un trend completamente diverso: partita più bilanciata e poche occasioni all’inizio ma tutte di marca biancorossa. Il primo tiro su calcio di punizione è di Beghetto ma s’infrange sulla barriera. Al 59’ D’Urso scarica per Falzerano che in posizione più avanzata e d’attacco rispetto al primo tempo tenta il tiro ma Pisseri para.

Dopo la prima ora di gioco la partita ha cambiato completamente volto e Falzerano intercettando un cross dalla sinistra finta sul sinistro, rientra sul destro e trafigge gli avversari con una rasoiata a fil di primo palo, sfruttando al massimo le sue doti di dribbling e velocità. Il numero 23 poi trascina la squadra a esultare verso la panchina con tutti i compagni più vicino agli eroici tifosi arrivati ad Alessandria in questa proibitiva trasferta infrasettimanale. Il coro costante in onore dell’eterno capitano Frosio accompagna i grifoni che in una manciata di minuti hanno l’opportunità di allargare il vantaggio prima con Carretta e poi con Matos che si divora l’occasione migliore a tu per tu con il portiere.

All’Alessandria sono rimasti solo i tiri da fuori mentre tutto l’attacco è stato cambiato da Longo: prima Chiarello e poi Fabbrini ci provano dal limite dell’area ma la misura è sbagliata.

Sull’ennesimo contropiede per il Perugia con quadro giocatori in avanti e in superiorità numerica Segre allunga troppo il pallone per Kouan e sul rimpallo Matos recupera e tenta il tiro forte di destro ma la porta è pienamente coperta da Pisseri.

Il Grifo espugna il Moccagatta dopo una partita difficile, ruvida, spigolosa, per lunghi tratti in affannosa salita, ma che dal pareggio in poi ha dato ragione della tenacia, la forza, l’impegno e la volontà dei giocatori che escono dal campo sempre con la maglia “sudata” a onorare i tifosi e stasera anche a dar lode a chi prima di loro ha fatto grandissima la storia calcistica biancorssa. Lode a te Capitan Frosio.

 

Tabellino

Reti: 20’ Chiarello ; 34’ Olivieri; 65’ Falzerano

Ammoniti: 15’ Casarini, 15’ Zanandrea ; 38’ Burrai; 49’ Milanese; 52’ Olivieri

Alessandria (3-4-2-1): Pisseri; Prestia, Chiarello, Mantovani; Mustacchio (78’ Mattiello) Casarini (57’ Gori) Ba, Lunetta; Milanese (58’ Kolaj), Palombi (69’ Fabbrini); Corazza (69’ Marconi)

Perugia (3-4-1-2): Chichizola; Rosi, Curado, Zanandrea (46’ Sgarbi) Falzerano, Burrai (46’ Santoro) Kouan, Beghetto; D’Urso (85’ Segre) Olivieri (77’ De Luca), Carretta (68’ Matos)


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist