IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Emergenza: l’Umbria a sostegno dell’Emilia Romagna

Written by on 25/05/2023

Emergenza: l’Umbria a sostegno dell’Emilia Romagna

A seguito delle alluvioni si è mossa la macchina della Protezione civile regionale

25/05/2023

Alluvione in Emilia Romagna

Emergenza alluvioni in Emilia-Romagna. Esondazione del fiume Montone ed allagamento del quartiere Romiti

Gara alla solidarietà in Emilia Romagna, colpita dall’alluvione della scorsa settimana. In tanti si sono mossi anche dall’Umbria per aiutare le popolazioni colpite dalle abbondanti piogge che, da inizio maggio, sono iniziate a cadere sulla regione comportando allagamenti, straripamenti e frane. La situazione è però peggiorata all’inizio della scorsa settimana, arrivando a coinvolgere 42 comuni emiliani romagnoli, tra cui principalmente Bologna e le province di Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini, Modena e di Reggio Emilia.  A lunedì, secondo la Regione Emilia Romagna, erano 23mila le persone sfollate. Oltre 16mila nel Ravennate, oltre 4mila nella provincia di Forlì  Cesena e 2174 nel bolognese. Gli interventi di assistenza alla popolazione proseguono 24 ore su 24, grazie a tutte le forze in campo attivate dalla rete nazionale di protezione civile “che resta in preallerta fino al momento in cui non viene attivata dal Governo” spiega da Roberto Raspa, Coordinatore del gruppo comunale volontari di Protezione civile di Bastia Umbra, nel corso della trasmissione XL News di Umbria Radio. Appena partita la richiesta di aiuto, da subito quindi le organizzazioni di volontariato della rete di Protezione civile dell’Umbria si sono attivate per portare aiuto alle popolazioni dell’Emilia Romagna. Già a inizio maggio, dopo le prime alluvione, la Misericordia di Magione era intervenuta per dare una mano a Faenza, e dopo appena 15 giorni, sono stati richiamati per la seconda fase dell’emergenza “molto più grave rispetto alla prima>” raccontano Giovanni Negrini, responsabile servizi esterni componente del magistrato e Filippo Rigucci, vice governatore e responsabile Protezione Civile della Misericordia di Magione. 

I volontari al lavoro in Emilia Romagna

Sono 1.629 i volontari al lavoro in Emilia-Romagna, grazie alle organizzazioni nazionali di volontariato  e alle colonne mobili regionali di Trento, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte, Alto Adige, Lombardia, Lazio, Toscana, Abruzzo, Liguria, Valle d’Aosta e Umbria.   Anche la Regione Umbria si è mossa, come dicevamo, inviando aiuti.  Martedì è partita da Città di Castello una nuova colonna mobile composta da 5 funzionari del Servizio protezione civile e 45 volontari di 13 Organizzazioni di Volontariato operativa nel territorio del comune di Cesena. Tanti sono partiti per dare una mano alle popolazioni come i tre volontari di Protezione civile di Bastia Umbra Lorena Marzolesi, Michele Coraggi e Gabriella Cesarini, colpiti dalla “grande solidarietà, forza d’animo e l’impegno dei giovani emiliani-romagnoli” colpiti da questa calamità. A muoversi dalla nostra regione per dare una mano all’Emilia Romagna, anche il Cisom Umbria, il Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, che nella nostra regione conta quattro Gruppi (Assisi, Perugia, Spoleto e Terni/Amelia), per un totale di 160 volontari. Otto i membri del Cisom di Terni/Amelia e Spoleto/Perugia che, divisi in due squadre, sono partiti per prestare servizio nella zona rossa di Faenza. “Il Cisom è stato attivato in tutta Italia e si è subito messo a disposizione per aiutare la popolazione” raccontaNicolò Cavalchini volontario Cisom di Milano. 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist