IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

  • 20:30

La situazione ad Umbertide dopo le scosse di giovedì

Written by on 10/03/2023

La situazione ad Umbertide dopo le scosse di giovedì

Circa 200 persone hanno passato la notte fuori casa. Il sopralluogo della presidente Tesei

10/03/2023

Terremoto ad Umbertide

“La situazione al momento è sotto controllo”: lo ha detto la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei dopo una riunione, venerdì mattina, nella sede della protezione civile a Umbertide. Si è quindi recata alla palestra di Pierantonio dove ha incontrato alcune delle persone che hanno deciso di passare la notte fuori dalle loro case. “In particolare gli anziani – ha detto Tesei – hanno bisogno di una parola di conforto e di essere rassicurati”. La presidente ha annunciato di avere già fatto un punto con la Protezione civile nazionale e di essere stata chiamata dal ministro Matteo Salvini che si è informato della situazione. Tesei è stata contattata anche dal presidente della Lombardia Attilio Fontana il quale si “è messo a disposizione per ogni necessità”. “Speriamo di non averne bisogno – ha detto la governatrice – anche perché la nostra macchina dei soccorsi è attiva e sta funzionando”. “Già ieri sera – ha quindi ricordato la presidente – ho diretto dal centro regionale di Protezione civile i primi interventi che hanno assicurato la possibilità di avere un letto e un posto sicuro anche a chi semplicemente per paura non voleva trascorrere la notte in casa. La Protezione civile regionale e comunale è stata molto efficace e veloce”.

Tanta paura ad Umbertide per lo sciame sismico iniziato dal pomeriggio di giovedì con la prima scossa di magnitudo 4.4 e proseguita in serata con una nuova forte scossa di magnitudo 4.6. Diverse le persone che hanno deciso di passare la notte fuori di casa.

Tende per la notte ad Umbertide

Il Comune e la Protezione civile hanno allestendo posti letto per ospitare le persone che non se la sono sentita di dormire in casa questa notte a Umbertide dopo le forti scosse di terremoto. Le tende sono state montate nell’area della Protezione civile di Pian d’Assino, proprio nella zona dell’epicentro. Sono inoltre stati organizzati dei posti letto nella palestra della scuola primaria “Giuseppe di Vittorio”, nel centro storico di Umbertide. Aperta per la notte anche la palestra della scuola della frazione di Pierantonio. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia dopo le scosse, risultano 30 sfollati nel comune di Umbertide e piccoli danni ad alcuni edifici. Cinque persone hanno riportato ferite lievi durante l’allontanamento dalle case. Lo rende noto la Protezione Civile. Il volontariato di Protezione Civile è al lavoro nel montaggio di tende e nell’allestimento di posti letto in alcune palestre, in grado di accogliere i cittadini che non vogliono trascorrere la notte nelle loro abitazioni. Alle 22.30 si è riunita l’Unità di crisi del Dipartimento in collegamento con il territorio e le Strutture operative per fare il punto della situazione. Il Dipartimento continuerà a seguire l’evoluzione degli inventi in stretto contatto con le autorità locali.  Sono 150 i posti letto
allestiti dalla Protezione civile nelle palestre di Umbertide, Pierantonio e Sant’Orfeto per chi ha deciso di non passare in casa la notte tra giovedì e venerdì dopo il terremoto. Più di un centinaio quelli utilizzati, ha riferito Stefano Nodessi, responsabile per la Regione del Governo del territorio. Il quale stima che altrettante persone abbiano dormito in auto. In mattinata sono partiti i controlli a tappeto per verificare la situazione delle strutture pubbliche e delle abitazioni  private. Qualche preoccupazione c’è per le lesioni riscontrate alla scuola media di Pierantonio.

La presidente della Regione Tesei ad Umbertide

Venerdì mattina la presidente della Regione Donatella Tesei, ha raggiunto Umbertide per verificare la situazione dopo il terremoto. La presidente ha partecipato a una riunione in comune per poi compiere una verifica sul territorio. Nel frattempo l’assessore regionale alla Protezione civile Enrico Melasecche ha presieduto una prima riunione al centro operativo che ha sede a Foligno. L’assessore ha spiegato che i tecnici dei vigili del fuoco e quelli della Regione sono ora impegnati a verificare quante abitazioni sono effettivamente inagibili. “Bisogna capire – ha detto Melasecche – quanti hanno bisogno di un posto letto perché hanno lasciato le case per paura e quanti saranno invece costretti a lasciarle per i danni del sisma”.

Fotogallery

Dopo i primi sopralluoghi del pomeriggio, e quindi prima della nuova scossa delle 20.08, i vigili del fuoco hanno iniziato le prime verifiche sugli edifici di Umbertide.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist