IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

Ucraina, dai tifosi della Sir aiuti alla popolazione

Written by on 04/03/2022

Ucraina, dai tifosi della Sir aiuti alla popolazione

In tanti hanno risposto all'appello del giocatore Plotnytskyi: "Con il vostro aiuto più forti e vinceremo"

04/03/2022

ucraina sir aiuti

La solidarietà dei Sirmaniaci per la popolazione Ucraina

Non si fermano gli appelli per aiutare il popolo Ucraino in Umbria: anche il pallavolista ucraino della Sir Safety Conad Perugia, Oleh Plotnytskyi, ha chiesto aiuto ai tutti i tifosi per una raccolta di beni e aiuti per la popolazione colpita dai bombardamenti russi.

Appello dal mondo del volley

“Con il vostro aiuto noi ucraini, che stiamo difendendo il nostro Paese, siamo più forti e vinceremo questa guerra che non sarebbe mai dovuta iniziare”. Venticinque anni ancora non compiuti, nato a Vinnycja, al centro dell’Ucraina, lui attualmente in Italia, pallavolista di talento della Sir Safety Conad di Perugia, tutta la sua famiglia nel suo paese martoriato dalla guerra: Oleh Plotnytskyi, si è unito all’appello di tanti sportivi ucraini che in questi giorni stanno chiedono la fine immediata del conflitto e lo ha fatto anche facendosi promotore di una ‘raccolta lampo’ lanciata in pochi giorni e subito appoggiata dai ‘Sirmaniaci’, tifoseria organizzata della sua squadra, che giovedì sera ha consegnato nelle mani di padre Vasyl Hushuvatyy, cappellano della comunità cattolica ucraina di rito bizantino a Perugia, scatoloni pieni di medicinali, farmaci e beni di prima necessità, presto in viaggio in un furgone diretto a Kiev. Consegna che è avvenuta nella chiesa Madonna delle Grazie di Via Caprera e alla quale ha partecipato lo stesso pallavolista insieme a tanti suoi connazionali. “Vorrei ringraziare tutti per aver fatto una cosa grande per noi, per l’Ucraina, che sta vivendo un momento molto difficile – ha detto Plotnytskyi – soprattutto per i tanti bambini che non hanno medicine”. In Ucraina lo schiacciatore del Sir ha tutta la sua famiglia: la madre, il padre, la compagna Anna, il figlio di circa un anno, sorelle, nipoti. “Loro abitano – ha spiegato – vicino al confine con la Polonia. La situazione lì è più tranquilla rispetto ad altre parti del Paese. Non è così tranquilla come la vita normale ma più tranquilla di altre città bombardate come Kiev. Io seguo tanto Telegram, dove ci sono tanti gruppi e dove è possibile avere subito le notizie di dove hanno bombardato e le notizie del nostro presidente. Ci sono anche miei amici che adesso sono soldati, loro sono pronti per difendere l’Ucraina e questo mi dà un po’ più di tranquillità. All’inizio pensavo che dopo qualche giorno tutto sarebbe finito – ha raccontato ancora il giocatore della Sir – ma adesso vediamo che Putin non vuole far finire questa guerra. In Ucraina sono state distrutte tante città ed è una cosa incredibile che nessuno si aspettava. Nessuno poteva pensare che nel 2022 potesse esserci una guerra così. Prima finirà tutto questo e meglio sarà per tutti. Ho visto tante foto e tanti video dove i bambini stanno adesso nella metropolitana, senza pannolini, senza niente. Stanno vivendo con una giacchetta e dei pantaloni e basta ed è così da tanti giorni perché non possono uscire fuori. Quello che sto vedendo questa sera è un grande aiuto grazie al quale noi ucraini siamo più forti e vinceremo questa guerra”.

Servono medicinali, apparecchiature chirurgiche e antibiotici

In pochi giorni, dopo l’appello di Oleh Plotnytskyi, i ‘Sirmaniaci’ hanno raccolto farmaci e materiale medico vario per  un valore di circa 10 mila euro. “Abbiamo aderito immediatamente per aiutare un amico – ha spiegato Giuliana Timi, che per ‘Sirmaniaci’ si è occupata di coordinare questo progetto -. Non abbiamo cercato di portare alla rinfusa le cose che trovavamo sotto mano ma abbiamo cercato di incanalare tutte le nostre energie su quelle che erano le vere necessità in questo momento dell’Ucraina. Il nostro primo contatto è stato con padre Vasyl Hushuvatyy che ci ha chiesto immediatamente di convergere le energie verso i medicinali e soprattutto apparecchiature chirurgiche, antibiotici. La raccolta proseguirà nei prossimi giorni, sperando di poter trovare sia gli apparecchi Vac, molto ricercati, ma anche i kit di sutura e i lacci emostatici”.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist