IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

  • 20:30

‘Stella nova ‘n fra la gente’: torna il presepe medievale di Bevagna

Written by on 23/12/2022

‘Stella nova ‘n fra la gente’: torna il presepe medievale di Bevagna

Il 26 e 27 dicembre la sacra rappresentazione che riporterà la città nel 1300 attraverso antichi mestieri

23/12/2022

Stella nova 'n fra la gente

La grotta di Betlemme in una delle passate edizioni di 'Stella nova 'n fra la gente' il presepe vivente medievale di Bevagna

Stella nova ‘n fra la gente, il presepe vivente medievale di Bevagna è pronto a tornare quest’anno dal 26 al 27 dicembre. Giunto alla sua quarta edizione, è organizzato dalla Parrocchia di San Michele Arcangelo, con il supporto della locale amministrazione comunale e il sostegno della Fondazione Perugia.

Un percorso da piazza Silvestri attraverso tutto il centro storico

La sacra rappresentazione torna nella sua formula originale, dopo lo stop di due anni fa e la versione ridotta del 2021. Previsto un percorso che si snoderà nel cuore del borgo, con piazza Silvestri che sarà il fulcro della manifestazione. Sarà proprio lì che verrà messo in scena il mercato medievale, con ben sedici mestieri.

E, a pochi metri di distanza, saranno previsti anche altri allestimenti: dalla Casa di Maria alla Reggia di Erode, passando per Il cammello dei Re Magi, spettacoli e giullari, Annunciazione, Cripta e musici medievali oltre che, ovviamente, la rappresentazione della Natività. Un’atmosfera unica che riproporrà il Natale a Bevagna come ad inizio 1300. Centinaia di figuranti animeranno il centro storico, per trasformare un intero paese in presepe insieme a musici, giullari, canti e letture sacre.

Un evento importante per Bevagna

Stella nova ‘n fra la gente, è un evento particolarmente importante -spiega il sindaco Annarita Falsacappa- per promuovere il nostro paese, dando il vero valore alla festa del Natale.

Un Natale in cui speriamo di trovare pace, solidarietà e amore. Non bisognerebbe solo parlare di pace, ma anche realizzarla, visto che ancora oggi sono tanti i paesi in guerra. Il pensiero va all’Ucraina perché più vicina a noi: da Bevagna parte un messaggio d’amore”.

Un presepe vivente unico nel suo genere

E, a proposito di visitatori, sono già tantissimi coloro che hanno voluto prenotare la visita.

“In passato abbiamo fatto registrare -dice l’assessore alla Cultura Marco Gasparrini- oltre duemila presenze. Quest’anno abbiamo già seicento prenotazioni solo per la giornata del 26 dicembre.

Questi numeri sono motivo di grande soddisfazione, visto che in Umbria ci sono tanti presepi viventi, ma quello di Bevagna rappresenta un unicum, essendo incentrato sul Medioevo”.

Nuove scene e raffigurazioni

Tra i protagonisti ci saranno proprio loro, i ragazzi di Bevagna. Oltre quaranta i giovani che hanno lavorato per la realizzazione del presepe vivente e che animeranno la città insieme a tanti altri volontari.

“Dire Natale -commenta il parroco di Bevagna don Claudio Vergini- vuol dire presepe, ovvero il centro della nostra fede in cui possiamo contemplare il mistero dell’incarnazione del figlio di Dio. Quest’anno torneremo alla formula originaria, con la stessa ambientazione di sempre ma con nuove scene e raffigurazioni”.

Sostegno alle famiglie in difficoltà

Stella nova ‘n fra la gente, lunedì 26 e martedì 27 dicembre dalle 15 alle 19.30, sarà anche l’occasione per raccogliere offerte a favore della Caritas parrocchiale, per sostenere le famiglie del territorio in difficoltà.

Per scoprire l’intero programma e avere ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 0742 361667 o scrivere a info@prolocobevagna.it. La prenotazione non è obbligatoria.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist