IN ONDA

logo di umbria radio z generation e immagini di giovani

Z GENERATION

Z GENERATION

       


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Sciopero generale in Umbria contro la manovra economica del Governo

Written by on 13/12/2022

Sciopero generale in Umbria contro la manovra economica del Governo

A Perugia il presidio di Cgil e Uil dell'Umbria. Maurizio Ladini (Cgil): "Rimettere al centro il lavoro"

13/12/2022

Sciopero generale in Umbria, la manifestazione in Piazza Italia a Perugia con Maurizio Landini

Maurizio Landini (Cgil) alla manifestazione di Perugia

Oggi, martedì 13 dicembre, è la giornata dello sciopero generale indetto da Cgil e Uil dell’Umbria, per dire ‘no’ alla manovra economica del governo Meloni. In concomitanza con l’astensione dal lavoro di quattro ore (in alcuni settori estesa a tutta la giornata) a Perugia, in Piazza Italia si è tenuta una manifestazione alla presenza dei segretari regionali dei due sindacati Vincenzo Sgalla e Maurizio Molinari e Maurizio Landini, segretario generale della Cgil. “Le priorità sono il lavoro con l’aumento dei salari e il superamento della precarietà – ha detto Landini -, così da dare alle persone una occupazione che consenta loro di vivere dignitosamente; combattere l’evasione fiscale e fare una riforma del fisco degna di questo nome; e investire sui servizi sociali. Invece di tagliare su sanità e scuole – ha aggiunto – bisogna investire per rafforzare la sanità pubblica e il diritto all’istruzione e alla formazione“.

Assente Cisl Umbria

Si è notata l’assenza della Cisl dell’Umbria che ha deciso di non aderire allo sciopero e alla manifestazione, assenza che in diversi hanno sottolineato nel corso degli interventi dal palco di piazza Italia. “Abbiamo fatto di tutto – avevano detto nei giorni scorsi Sgalla e Molinari – per ricucire lo strappo nell’unità sindacale, ma francamente la posizione assunta dai nostri colleghi nei confronti di questa manovra, che è uno schiaffo in faccia alle persone che rappresentiamo, è difficilmente comprensibile. Noi dunque faremo il nostro mestiere – hanno concluso i due segretari – che è quello di rappresentare e tutelare le lavoratrici e i lavoratori, le pensionate e i pensionati, giudicando i governi per quello che fanno, senza guardare al colore politico, ma sempre difendendo gli interessi delle fasce più deboli della popolazione e il futuro delle nuove generazioni”.

Mobilitazione anche nel 2023

Tanti i lavoratori presenti che hanno parlato della necessità di combattere il precariato e espresso la loro contrarietà alle scelte economiche e sociali del governo Meloni. Lo sciopero generale, hanno detto i sindacati, sarà solo l’inizio di un conflitto sociale che in mancanza di una netta inversione di tendenza- dicono – proseguirà anche nel 2023. Conflitto che non è rivolto peraltro solo contro il governo, ma anche contro la Regione Umbria, con la quale è ancora aperta la vertenza sanità che ha portato lo scorso 22 ottobre gli stessi sindacati a manifestare con migliaia di persone a Perugia. Il racconto della mattinata di Perugia nella puntata di oggi della trasmissione Xl News di Umbria Radio.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist