IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

La Corte dei conti cita i vertici Regione e l’ex sindaco di Castello

Written by on 28/02/2023

La Corte dei conti cita i vertici Regione e l’ex sindaco di Castello

Nel procedimento contabile sono coinvolti "a titolo colposo" anche altri assessori regionali insieme a dirigenti

28/02/2023

La presidente Tesei e l'assessore Coletto

La presidente Tesei e l'assessore Coletto

La Procura regionale della Corte dei conti ha citato in giudizio la presidente della Regione Donatella Tesei, l’assessore Luca Coletto e l’ex sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta contestando una presunta violazione del vincolo di destinazione dell’eredità di Olga e Clara Mariani che anziché essere utilizzata per migliorare l’ospedale tifernate sarebbe finita nelle casse dell’Usl 1. La notizia è stata anticipata dal TgR dell’Umbria e riportata dai media locali. I magistrati contabili hanno quantificato il danno in 3,8 milioni di euro. Nel procedimento contabile sono coinvolti “a titolo colposo” anche altri assessori regionali insieme a dirigenti. Al momento nessuna reazione ufficiale da parte della Regione. Secondo alcuni fonti si tratterebbe comunque di soldi non ancora spesi ma presenti nelle casse dell’Usl Umbria 1 che si occupa tra l’altro dell’ospedale di Città di Castello.

La replica della Regione

Dal canto suo la Regione precisa che la somma del lascito trasferita dal Comune di Città di Castello è “interamente presente nelle casse della Asl 1 e sinora non utilizzata; il lascito esprime unicamente la volontà delle sorelle Mariani che se ne faccia uso per “alleviare la sofferenza dei malati” della Comunità tifernate, senza riferimento alla ristrutturazione dell’ospedale; la struttura dell’ex ospedale San Florido di Città di Castello è patrimonio regionale e non della Asl ed è inoltre priva della destinazione d’uso sanitaria; l’ipotesi avanzata nel 2018 dal Comune tifernate di provvedere ad uno stralcio dei lavori per utilizzare la struttura come Casa della Salute non è stata valutata fattibile dai tecnici della Regione, in quanto non si può utilizzare un solo piano senza interventi di consolidamento generale, tanto è vero che ad oggi vi è una valutazione tecnica degli uffici regionali, per la sistemazione della struttura, quantificabile in 32 milioni e 665 mila euro”.

L’opposizione

Il consigliere del Partito democratico Tommaso Bori ha chiesto alla presidente della Giunta Donatella Tesei di riferire in consiglio regionale circa le osservazioni della Procura della Corte dei conti durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario, secondo cui “stiamo assistendo alla devastazione della sanità pubblica regionale ed è a rischio il diritto alla salute”. “Non sono le parole dell’opposizione – ha detto – ma un grido d’allarme che viene dalla Procuratrice regionale della Corte. Tutto questo – ha aggiunto Bori – si ricollega al buco di bilancio di 250 milioni. Chiediamo, rispetto alle osservazioni circa responsabilità sanitaria, malpractice, mancanza di controllo sul privato, illeciti rimborsi e proroghe illegittime, che la presidente e l’assessore alla sanità riferiscano in Aula rispetto a ciò che sta accadendo”. “Mi riservo di riferire in altra data” la risposta della presidente Tesei.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist