IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

Massa Martana borgo del dire e del fare: presentato il progetto

Written by on 22/02/2024

Massa Martana borgo del dire e del fare: presentato il progetto

Obiettivo: la rigenerazione di una delle più suggestive località umbre, attraverso il recupero funzionale del patrimonio storico e naturalistico, la digitalizzazione dei canali dell’offerta turistica e la creazione di una cooperativa di comunità per la nascita di nuove competenze

22/02/2024

massa martana

Il borgo di Massa Martana

Puntare sulla rigenerazione urbana, culturale e sociale e sulla valorizzazione del patrimonio naturalistico per combattere lo spopolamento e trasformare Massa Martana, uno dei Borghi più belli d’Italia, in soggetto propulsore di un concreto rilancio del territorio, potenziandone l’attrattività nel rispetto della tradizione e della tutela. Sono questi gli obiettivi ambiziosi del progetto dal significativo titolo Massa Martana, il borgo del dire e del fare, che è stato illustrato in tutti i suoi dettagli in conferenza stampa presso il teatro Consortium alla presenza del sindaco Francesco Federici, dell’assessore alla Cultura Chiara Titani, dell’assessore al turismo della Regione Umbria Paola Agabiti, del dirigente regionale del coordinamento PNRR Luca Federici, del responsabile unico di progetto Marianna Grigioni e del Project Manager di CoopCulture Alessandro Laporta.

La proposta, nata da una visionaria sinergia tra il Comune di Massa Martana e numerosi soggetti privati, è risultata al primo posto nella graduatoria regionale, relativa ai progetti finanziati dal Ministero della Cultura con i fondi Pnrr – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Linea B Progetti locali per la Rigenerazione Culturale e Sociale nell’ambito del Bando Borghi). Massa Martana è, infatti, uno dei cinque borghi umbri vincitori, insieme a Cascia, Otricoli, Monte Castello di Vibio e Pietralunga. Oltre ai fondi per i Comuni sono previsti altri finanziamenti a sostegno di micro, piccole e medie imprese, per chi vorrà investire per ricostruirne il tessuto sociale, culturale, commerciale, agricolo.

Rivitalizzazione del borgo di Massa Martana

La rivitalizzazione sociale ed economica, il rilancio occupazionale e il contrasto allo spopolamento sono gli antidoti proposti alle principali difficoltà vissute sulla propria pelle dalla popolazione, soprattutto dai più giovani, determinate in particolare dalle poche opportunità lavorative nei diversi settori economici. La bellezza e la caratterizzazione del Borgo, l’offerta di una vita sostenibile, a stretto contatto con la natura, le eccellenze e la qualità dei prodotti tipici sono tutti aspetti che sono ben narrati e descrittivi con grande potere evocativo già dall’identità visiva del progetto, a cura di uno dei partner privati, Coopculture, società leader nella gestione del patrimonio culturale e nella promozione e valorizzazione del territorio.

Il logo

Il logo simbolo rimanda alle iniziali del nome “Massa Martana” e allo stesso tempo già ci immerge nell’atmosfera del borgo, con un susseguirsi di archi che riporta alla tipica architettura del posto, al Ponte Fonnaia e all’ingresso del centro storico. Inoltre contiene in sé un elemento di estrema fluidità che richiama, da un lato, l’immagine del famigerato olio evo e, dall’altro, quella delle numerose sorgenti d’acqua. L’alternanza a scacchiera dei pieni e dei vuoti sottolinea l’integrazione fra antico e nuovo, anche a livello generazionale.

I prossimi passi

Tra le prossime attività, che saranno il frutto di una precisa strategia, sono previsti:

il recupero funzionale del patrimonio storico e di quello naturalistico, con un’attenzione particolare alla tutela degli ecosistemi grazie alla creazione di un’orto di biodiversità;
la riqualificazione di spazi pubblici che ospiteranno servizi culturali anche a fini turistici;
la creazione di una cooperativa di comunità di donne e giovani, aperta ad operatori economici e finanziari, enti e privati cittadini, che darà particolare attenzione alla formazione e alla creazione di competenze per nuove professionalità;
un nuovo sistema di accoglienza digitalizzato per Infopoint;
una piattaforma web ed un’app che promuoverà in Italia e all’estero le offerte di turismo slow e che si avvarrà di un podcast ambisonico per raccontare percorsi ed esperienze immersive.

Il progetto nasce dalla sinergia pubblico – privato
Contribuiranno al progetto 14 operatori, tra associazioni, pro loco, imprese e cooperative che progetteranno e realizzeranno diversi interventi definiti dal progetto.

 

 

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist