IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

L’Umbria rende omaggio al pittore Benvenuto Crispoldi

Written by on 06/12/2023

L’Umbria rende omaggio al pittore Benvenuto Crispoldi

Una serie di iniziative quali mostre, presentazioni e convegni tra Spello, Bastia, Foligno e Magione

06/12/2023

benvenuto crispoldi

La locandina della mostra dedicata a Benvenuto Crispoldi

Con un ricco programma di mostre, visite, presentazione di volumi e giornate di studio, Spello insieme a Bastia Umbra, Foligno e Magione celebra la figura di Benvenuto Crispoldi, pittore, scultore e politico, in occasione del centenario dalla scomparsa nel 1923.

Il primo evento è in programma per sabato 16 dicembre nella sua città natale della quale fu sindaco. Alle 10, nella sala dell’Editto, si terrà il convegno di apertura delle celebrazioni del centenario con l’inaugurazione della mostra Benvenuto Crispoldi tra Arte e Rivoluzione. Da Spello all’Europa.

Il progetto è stato presentato alla Sala Fiume di Palazzo Donini, a Perugia, ha l’obiettivo di far scoprire un personaggio di grande rilievo che speriamo possa avere l’attenzione che merita.

Questo, è quanto hanno sottolineato i promotori delle varie iniziative, che fino al mese di aprile 2024 da Spello, capofila, si estenderanno agli altri territori. Un percorso espositivo itinerante, che dopo l’inaugurazione di Spello, proseguirà a Magione il 17 dicembre (presso il Museo della pesca di San Feliciano); il 20 dicembre a Bastia Umbra (presso il Palazzo Comunale); il 28 dicembre a Foligno (presso Palazzo Trinci).

Benvenuto Crispoldi, tra arte e rivoluzione

Nato nel 1886, Crispoldi fu una figura di spicco nel panorama spellano e regionale umbro tra il XIX e XX secolo. Sindaco di Spello dal 1915 al 1919. Pittore, scultore, nonché politico, si formò a Roma e a Parigi, dove nel  1910 erano presenti artisti come Boccioni, Balla e Severini, vicini al movimento futurista. Nello stesso anno intervenne nei restauri della chiesa di Sant’Andrea di Spello con notevole impegno e capacità. Al suo amore per l’arte e alla sua competenza e perizia si deve la scoperta della contraffazione della pala del Pinturicchio nella chiesa di Santa Maria Maggiore: questo fruttò al Crispoldi fama e stima considerevoli.

Si dedicò soprattutto alla pittura, realizzando delle grandi opere nel palazzo Comunale di Bastia Umbra, dove è sua la decorazione della sala della Consulta, della quale fu incaricato nel 1920 dall’amministrazione del sindaco Terzilio Bartolucci, lavori che concluse nel 1921. A Bastia realizzò anche un’opera privata, la decorazione pittorica della cappella Angelini al Cimitero monumentale. A Magione gli fu commissionata la realizzazione del grande  monumento ai caduti. A Foligno le sue grandi opere furono purtroppo in parte distrutte dai bombardamenti della seconda guerra mondiale ma in parte ricostruite o comunque salvate nella memoria tramite attestazioni fotografiche. Tante le opere presenti a Spello. Si dedicò inoltre agli studi di Spello romana e medievale.

Partecipò a mostre, come quella di Milano del 1919, scrisse su giornali e soprattutto organizzò un’importante manifestazione tenutasi nel 1920 a Perugia: la prima esposizione umbra di arte moderna, a palazzo dei Priori. Nel 1921 venne nominato Accademico di Merito residente dell’Accademia delle Belle arti di Perugia e, successivamente, consigliere del Comitato accademico; da questa carica si dimise per l’avanzare della malattia, che lo costrinse anche a rinunciare a importanti occasioni di lavoro. Morì nel 1923, a soli 37 anni, per una tubercolosi polmonare.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist