IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

‘La madre dei mostri’ debutto per la nuova produzione del TSU

Written by on 18/11/2022

‘La madre dei mostri’ debutto per la nuova produzione del TSU

Lo spettacolo ispirato ai racconti di Guy de Maupassant al Teatro Torti di Bevagna sabato 19 novembre

18/11/2022

La madre dei mostri

Una delle scene de 'La madre dei mostri' la nuova produzione del Teatro Stabile dell'Umbria (foto di Gianluca Pantaleo)

Debutta al Teatro Torti di Bevagna La madre dei mostri, la nuova produzione dello Stabile dell’Umbria affidata all’allestimento e alla regia di Lorenzo Collalti.

Uno spettacolo ispirato ai racconti di Guy de Maupassant, scrittore, drammaturgo, reporter di viaggio, saggista e poeta francese, nonché uno dei fondatori della narrativa moderna, che va in scena sabato 19 novembre alle 21, prima d’intraprendere una tournée in nove teatri della nostra regione. Un allestimento che indaga e costruisce la realtà e la vita quotidiana tra follia e ironia, proprio come fa lo scrittore.

La madre dei mostri, uno spettacolo tra follia e ironia

“Maupassant scrive i suoi racconti -spiega il regista Lorenzo Collalti- quando di psicologia si sa molto poco; l’unica cosa evidente è che oltrepassato il confine della psiche ci si può perdere; questo spaventa, ma per lo scrittore il vero orrore non sono i mostri come li possiamo immaginare, ma l’osservazione psicotica della realtà. L’autore francese la guarda con quel senso critico che ne scardina le apparenze e le ipocrisie, svelando un mondo che non conosce logica, dove tutto è in discussione e non c’è ancora di salvezza che plachi il disorientamento dell’uomo.

Attraverso una riscrittura del racconto de Le Horla (un uomo confessa attraverso un diario di essere posseduto da un vampiro), quasi fossero dei lapsus, nel crescendo di follia del protagonista, si snodano una serie di racconti che prendono vita per associazioni di pensiero. Il tempo, come se fosse un flusso di coscienza e come qualsiasi costrutto logico, nel mondo dell’orrore perde il suo significato normativo della realtà e concede delle contaminazioni tra l’Ottocento e i giorni nostri. Maupassant -conclude Collalti- vede dei mostri invisibili nel suo tempo e, con la riscrittura, ritrova quella mostruosità nel nostro”.

In scena, Michelangelo Dalisi, Caterina Carpio, Luca Carbone, Gabriele Linari, Grazia Capraro.

Dopo il debutto a Bevagna in scena in altri nove teatri

La madre dei mostri, nuova produzione del Teatro Stabile dell’Umbria, dopo il debutto di sabato 19 novembre a Bevagna sarà in scena a Narni (domenica 20 e lunedì 21 al Teatro Manini), a Tuoro sul Trasimeno (al Teatro dell’Accedemia mercoledì 23), a Magione (al Teatro Mengoni venerdì 25), a Foligno (allo Spazio Zut domenica 27 e lunedì 28), a Marsciano (al Teatro Concordia martedì 29), a Panicale (al Teatro Caporali giovedì 1 dicembre), a Gualdo Tadino (al Teatro Don Bosco venerdì 2), a Corciano (al Teatro della Filarmonica sabato 3) e a Terni (al Teatro Secci da lunedì 5 a mercoledì 7 dicembre).


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist