IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

A Gubbio, 'De Chirico, Sironi, Depero… Le Regole alle Logge'

Written by on 03/05/2017

A Gubbio, 'De Chirico, Sironi, Depero… Le Regole alle Logge'

03/05/2017

GUBBIO- ‘De Chirico, Sironi, Depero… Le Regole alle Logge’, è il titolo della mostra voluta dalla Cassa di Risparmio di Perugia e organizzata dalla CariPerugia Arte, in programma presso gli spazi rinnovati delle Logge dei Tiratori della Lana di Gubbio, curata da Vittorio Sgarbi. Il percorso espositivo, inaugurato ieri alla presenza dello stesso curatore e di  Giampiero Bianconi e Carlo Colaiacovo rispettivamente Presidente e Presidente onorario della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, di Giuseppe Depretis Presidente della Fondazione CariPerugia Arte, e di Fabrizio Stazi Segretario Generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, rimarrà aperto fino al prossimo 5 novembre. Si tratta, di un’esposizione comprendente 43 opere della prestigiosa raccolta d’arte di Mario Rimoldi (1900-1974), abitualmente custodita alla Casa delle Regole di Cortina d’Ampezzo.
“L’arte ha una funzione culturale -spiega il curatore- e per questo non è solo utile, ma anche necessaria nel percorso di ogni uomo. Una collezione d’arte privata è dunque la creazione di una palestra per l’anima, un luogo dove si materializzano scelte intime, meditate e, talvolta, sofferte. Sovente si dimentica che la sua più alta vocazione sia quella di accogliere il pubblico, di offrirsi agli sguardi, di raccontare la propria storia”.
Una collezione, quella ospitata nella Ciaṣa de ra Regole (o Casa delle Regole), un luogo che in passato era il centro dell’amministrazione cittadina, che da più di quaranta anni è diventata un museo stabile pubblico; questo, a testimonianza della volontà di cooperazione e dello spirito comunitario di un popolo, che ha coltivato per secoli la consapevolezza del patrimonio collettivo, fatto di edifici, pascoli e boschi.
“Rimoldi- ha proseguito Sgarbi- appassionato d’arte e mecenate, ha orientato il gusto dell’arte moderna italiana, tra gli anni Venti e Trenta, acquistando opere di giovani maestri non intercettati dalle istituzioni pubbliche, lente, incerte e diffidenti nelle scelte. Opere di Filippo de Pisis, Giorgio de Chirico, Mario Sironi, Massimo Campigli e Anton Zoran Music che instaurarono una fruttuosa amicizia con il collezionista che, nato a Cortina nel 1900, fu anche sindaco della città, promovendo, tra l’altro, le Olimpiadi Invernali del 1956. Appassionato dapprima alla pittura dell’Ottocento, dal dopoguerra allargò i suoi interessi all’arte del ‘900, invitando artisti come Ottone Rosai, Tullio Garbari, Gino Severini, Arturo Tosi e Virgilio Guidi, maestri rappresentati in questa mostra assieme ad altri legati all’ambiente veneto e veneziano, come Felice Carena, Umberto Moggioli, Pio Semeghini, Guido Cadorin, Fortunato Depero, con l’obiettivo – ha concluso il curatore- di creare una collezione completa, paragonabile a quelle dei musei italiani, europei e americani”.
Nella cornice delle Logge dei Tiratori della Lana fino al 5 novembre, sarà infatti possibile ammirare, oltre a quelli citati, importanti artisti appartenenti anche a correnti differenti, tra tradizione e innovazione. Tra questi, Xavier Bueno, Michele Cascella, Felice Casorati, Raoul Dufy, Antonio Ligabue, Marino Marini,  Fausto Pirandello, Karl Plattner,  Ardengo Soffici, Emilio Vedova e Lorenzo Viani.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist