Covid, ancora in calo in Umbria i pazienti ricoverati. Ufficiale la zona bianca da lunedì

Written by on 04/06/2021

Covid, ancora in calo in Umbria i pazienti ricoverati. Ufficiale la zona bianca da lunedì

Decrescita anche per il tasso di positività dei test. Quasi la metà dei residenti nella nostra regione ha ricevuto una dose di vaccino. Al via da Poggiodomo la campagna vaccinale nelle aree del sisma 2016

04/06/2021

Una vaccinazione

Una vaccinazione

PERUGIA- Ancora in calo il numero dei pazienti Covid ricoverati negli ospedali dell’Umbria. Nelle ultime ventiquattro ore, secondo quanto riporta la dashboard del sito della Regione (aggiornata al 4 giugno), sono al momento cinquantotto (tre in meno rispetto a ieri, sei dei quali (ieri erano sette) nei reparti di terapia intensiva. Registrati, inoltre, ventinove nuovi positivi, cinquantacinque guariti e un altro decesso.Gli attualmente positivi sono 1.355 (ventisette in meno del giorno precedente).

Analizzati 1.640 tamponi e 3.310 test antigenici, con un tasso di positività sul totale dello 0,58 per cento ( ieri era all’1,1 %).

Vaccinazioni anti Covid : quasi la metà dei residenti ha ricevuto la prima dose

Quasi la metà dei residenti in Umbria hanno ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid. Secondo i dati aggiornati dalla Regione alla mattina del 4 giugno sono 381.319 coloro ai quali è stata somministrata, il 49,35 per cento della popolazione. Sono invece 179.630 i residenti che hanno completato il ciclo vaccinale, il 23,12% del totale.

Sempre alla mattina del 4 giugno sono state somministrate 547.253 dosi delle 589.345 finora consegnate. Sono invece 202.080 i prenotati per ricevere il vaccino.

 

Al via da Poggiodomo la campagna vaccinale nelle aree del sisma 2016

Partirà dal piccolo Comune di Poggiodomo la campagna vaccinale che si pone l’obiettivo di far diventare Covid free la Valnerina da Norcia ad Arrone. Si tratta dei 14 Comuni del cratere già duramente provati dal terremoto e alle prese con le ulteriori difficoltà legate alla pandemia.

Lo ha annunciato il consigliere provinciale Gino Emili, delegato dal presidente Luciano Bacchetta a ricevere il Commissario straordinario regionale per l’emergenza coronavirus Massimo D’Angelo, il Generale Saverio Pirro, il Colonnello Marchi e il Maggiore Magrini per mettere a punto i dettagli dell’operazione che inizierà martedì 8 giugno.

Il piano prevede centri vaccinali in ogni comune che metteranno a disposizione i locali idonei. Nel caso non ne fossero muniti – è detto in una nota diffusa dalla Provincia di Perugia – interverranno Protezione civile e Croce rossa con proprie strutture.

“Il principio -spiega Emili- è stato quello di iniziare dai centri con minore densità di popolazione per poi arrivare a quelli più grandi. Con l’occasione, ho ringraziato il generale Figliuolo per la sensibilità mostrata nei confronti della Valnerina che, al pari delle isole, potrà tornare alle proprie attività produttive e legate alla filiera del turismo in sicurezza. Partire da chi è più svantaggiato è la dimostrazione di sensibilità e lungimiranza che deve riguardare l’intero pianeta se vogliamo uscire da questo difficile momento”.

 

Da lunedì ufficiale la zona bianca

Da lunedì 7 giugno Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto passeranno in zona bianca. Il ministro della Salute Roberto Speranza, rende noto il ministero, firmerà in giornata una nuova Ordinanza sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia che andrà in vigore da lunedì prossimo. “Abruzzo, Umbria, Liguria e Veneto per la terza settimana sono sotto i 50 casi per 100mila abitanti e da lunedì sono in zona bianca. Se la tendenza prosegue cosi, per la seconda settimana di giugno tutta l’Italia si troverà in zona bianca”. Lo ha detto il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa al ministero della Salute sull’analisi dei dati del monitoraggio settimanale della Cabina di Regia.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist