Concorso nazionale ‘Rina Gatti’. Proclamati i vincitori dell’edizione 2020

Written by on 01/12/2020

Concorso nazionale ‘Rina Gatti’. Proclamati i vincitori dell’edizione 2020

168 autori in gara con racconti sull’universo femminile e pandemie. Primo posto per “Storia d’Italia” di Paola D’Agaro. Nella classifica finale anche l’Umbria con Sonia Montegiove e Giuliana Marchegiani

01/12/2020

La locandina della IV edizione del Concorso nazionale 'Rina Gatti'

PERUGIA- Proclamati i vincitori dell’edizione 2020 del Concorso nazionale Rina Gatti. Il premio letterario, nato nel 2017, è promosso dall’Associazione Europa Comunica, della quale fa parte il figlio, Giovanni Paoletti, e dalla Bertoni Editore, con il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Perugia, del Comune di Perugia, della Consigliera di Parità della Provincia di Perugia, del Polo Museale dell’Umbria e del Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria.

Giunto alla sua IV edizione, anche quest’anno il concorso intitolato alla memoria della scrittrice umbra ha visto una grande partecipazione, con centosessantotto autori da tutte le regioni italiane.

La giuria, presieduta da Luciano Lepri, scrittore giornalista esperto d’arte, e composta da Lucia Magionami, psicologa e scrittrice, Giovanna Pietrini, bibliotecaria e blogger, Gemma Paola Bracco, avvocato specialista di violenza su donne, e Barbara Lumaca, docente e animatrice di eventi culturali, dopo quasi due mesi di lavoro necessario a leggere e valutare le ottocentocinquanta cartelle totali delle opere pervenute ha scelto i vincitori, sottolineando la crescita della qualità media dei testi presentati unita all’originalità espressiva.

Ad aggiudicarsi il primo premio, il racconto breve Storia d’Italia, di Paola D’Agaro di Pordenone; da segnalare nella classifica finale, la presenza di due autrici umbre : Sonia Montegiove, tra i premiati e Giuliana Marchegiani, tra i selezionati.

In questa edizione, il bando invitava a scrivere non solo storie di donne ma anche a coniugare il tema con la situazione sociale creatasi con l’emergenza sanitaria da Covid-19, partendo da un significativo brano riferito all’ambiente sanitario, tratto dal libro Stanze Vuote, addio di Rina Gatti 

Non era un lavoro normale e io non potevo pensare che fosse possibile farlo come un nor­male lavoro. Mi sono resa così conto alla fine che io avevo dato tanto a tutti miei assistiti ma che avevo anche tanto ricevuto da loro; per meglio poter apprezzare il dono della vita dovremmo tutti avere il coraggio di dare conforto, al­meno una volta, a qualcuno che la vita sta lasciando”.

Riportando questo passo dell’autrice umbra, l’edizione 2020 ha così integrato il tema istituzionale del Concorso nazionale Rina Gatti, che è quello di realizzare un racconto o un diario breve che sia ispirato alle infinite sfaccettature dell‘universo femminile, invitando gli autori a raccontare vicende al femminile ma legate ad epidemie o catastrofi di ogni epoca.

Il concorso, continua a perseguire così il suo scopo che è quello di stimolare autori e autrici a scrivere storie di donne, invitando alla riflessione sulla parità di genere, sulla strada percorsa e quella ancora da percorrere, oltre a ricordare la grande importanza che ha la scrittura, capace di far conoscere vicende e narrazioni che andrebbero altrimenti perdute. Quella scrittura, che è stata fondamentale nel percorso di auto-emancipazione e di recupero della memoria collettiva che Rina Gatti ha compiuto prima della sua scomparsa nel 2005.

La volontà del figlio della scrittrice, Giovanni Paoletti, e dell’editore Jean Luc Bertoni, nel dare vita al Concorso nazionale intitolato alla sua memoria, è stata quella di offrire al panorama culturale italiano un nuovo spazio creativo dedicato alla specificità femminile. Uno spazio, che permetta ad autrici e autori di avere un’opportunità di riscontro per le proprie produzioni e, se queste lo meritano, di vederle anche pubblicate, in modo assolutamente gratuito, sia per la partecipazione che per la pubblicazione.

La premiazione, della VI edizione del Concorso nazionale Rina Gatti, prevista ad inizio dicembre, è stata spostata alla prima domenica del mese di marzo; un appuntamento in cui gli autori riceveranno targhe, attestati, prodotti tipici umbri e copie omaggio dell’antologia Vi parlerò di Lei, edita da Bertoni Editore, che raccoglierà tutti i racconti premiati e quelli finalisti.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist