IN ONDA

Privato: Rassegna stampa

Presentato da Pierpaolo Burattini

Condotta da Pierpaolo Burattini[...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

GIORNALE RADIO

Comunità E.Co: la struttura sociosanitaria per minori

Written by on 30/06/2022

Comunità E.Co: la struttura sociosanitaria per minori

Prima realtà residenziale in Umbria, gestita dalla cooperativa La Goccia

30/06/2022

comunità e.co

Prima realtà residenziale in Umbria, gestita dalla cooperativa La Goccia

È stata presentata lo scorso 18 giugno, la Comunità E.Co, prima struttura in Umbria residenziale sociosanitaria per minori. La Goccia, cooperativa sociale che opera da quasi 40 anni nell’ambito dei servizi sociosanitari, educativi, formativi e ricreativi per minori e adulti, iha inaugurato a Bastia Umbra – Via Ceppaiolo, 24, la Comunità E.Co, il nuovo servizio residenziale sociosanitario per minori che andrà ad ampliare la già vasta rete di servizi offerti dalla cooperativa, potenziando la risposta al “disagio” dei minori. All’inaugurazione presenti la presidente della Cooperativa Anna Maria Belloni, Paola Lungarotti Sindaco di Bastia Umbra, Valerio Bazzoffia sindaco di Bettona, Stefania Proietti sindaco di Assisi, e il Presidente Regionale di Confcooperative Carlo Di Somma.

Comunità E.Co

La Comunità E.Co, prima struttura in Umbria, rappresenta – dicono i responsabili della realtà – “una risorsa in più per l’intera comunità regionale e per la rete dei servizi territoriali sociosanitari. In questi tempi, così pesantemente condizionati dalla pandemia, si è consolidata tra gli operatori de La Goccia l’idea di creare una comunità terapeutica residenziale per minori che possa contribuire a osservare, valutare e aiutare giovani con disturbi dell’emotività e del comportamento, e possa lavorare per ridurre la conflittualità familiare e per contrastare le varie forme di ritiro sociale, promuovendo competenze di tipo relazionale” spiega la presidente della cooperativa La Goccia, Anna Maria Belloni nel corso della trasmissione Mondo Migliore di Umbria Radio. La comunità chiamata E.Co, come da normativa regionale, si impegna a contrastare attivamente lo ‘stigma’ in psichiatria e per realizzare un intervento e una accoglienza finalizzati a riattivare relazioni significative a livello affettivo e cognitivo, e a promuovere abilità sociali. Nella comunità E.Co per minori adolescenti, dai 14 ai 17 anni, sarà possibile “prendersi il tempo per osservare, valutare e possibilmente progettare insieme ai servizi territoriali sanitari e ad altre realtà operative territoriali un progetto di cura che tenda naturalmente alla dimissione del ragazzo dopo un periodo limitato di tempo a favorire una costruzione di processi di autonomia identitaria e di esercizio di cittadinanza”. Realizzare E.Co ha comportato per la cooperativa un investimento di circa 700 mila euro di cui 50 mila ottenuti a fondo perduto da parte di FondoSviluppo di Confcooperative. Potranno essere ospitati – contemporaneamente – fino a sei adolescenti più uno in caso d’emergenza. La struttura è stata progettata e realizzata secondo le migliori linee guida green. È realizzata con materiale ecologico e riciclabile, è completamente autonoma dal punto di vista energetico ed è prevista l’installazione della colonnina che consente la ricarica elettrica degli automezzi. “E.Co. è un acronimo che può essere declinato in molti modi e con diversi significati – ha spiegato la presidente Belloni – che per la cooperativa La Goccia sono dei valori e delle condizioni che rappresentano il modo di lavorare: è imprescindibile per esempio esserEConnessi con ogni servizio della rete, anche con la rete locale con cui collaboriamo, per evitare ogni tipo di isolamento; ancora come E.Cologia intesa come interazione tra le persone e l’ambiente; E.Co come Esperienza in Comunità quando è utile, quando i Servizi richiedono una osservazione e una valutazione clinica in un contesto meno congestionato sul piano emozionale e quando il contesto affettivo e relazionale, familiare soprattutto, collassa su se stesso e perde progettualità”.

Crescente disagio psichico tra gli adolescenti

“L’idea di costruire la struttura E.Co – ha spiegato la Presidente Anna Maria Belloni – risale a diversi mesi fa, ben prima della pandemia che certamente ne ha rafforzato l’esigenza determinando un crescente e sempre maggiore ‘disagio psichico’ fra gli adolescenti costretti a lunghi mesi di lockdown. La nostra Cooperativa – spiega la presidente – lavora da quasi 40 anni nella realizzazione e nella gestione di Servizi sociosanitari della salute mentale e socioeducativi per minori. Abbiamo negli anni realizzato una vera e propria rete di servizi di alta qualità. Alla salute mentale sono dedicate le strutture La Comunità Terapeutica Residenziale ‘La Goccia’ e l’Unità di Convivenza Via Curiel. Per i minori abbiamo attivato nel corso degli anni la Comunità Socioeducativa per Minori ‘Il Sentiero dei Tigli’. Più recentemente nel 2020 abbiamo attivato anche il Progetto Ponte Via Sambro e da qualche anno è in funzione Lo Z@ino, un doposcuola specializzato in BES e DSA ed il Centro di Aggregazione del Comune di Bastia Umbra. Il servizio inaugurato oggi è il sesto anello di questa rete di servizi rivolto ai minori che rappresenta per noi un nuovo punto di arrivo nell’ottica dei servizi finalizzati al sostegno dei minori e delle attività dei Servizi sociosanitari del territorio”. Il progetto scientifico dietro alla Comunità E.Co è stato messo a fuoco nel convegno promosso dalla cooperativa La Goccia dal titolo “Adolescenza, sviluppo psicologico del sé e funzione riflessiva – Fattori disfunzionali e fattori terapeutici” dello scorso 16 dicembre 2021 il cui coordinamento scientifico è stato curato da Antonio De Pascalis, responsabile sanitario della struttura di Bastia Umbra.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist