IN ONDA

Playlist musicale


Raccolta di brani italiani e stranieri ! tutte le ultime uscite musicali in un programma veloce e brillante


Info and episodes

Barriere architettoniche, bando della Regione per l’abbattimento

Written by on 18/02/2023

Barriere architettoniche, bando della Regione per l’abbattimento

Uno stanziamento di 175mila rivolto ai Comuni per la piena fruibilità degli spazi urbani a tutti i cittadini

18/02/2023

barriere architettoniche

Si rafforza l’azione della Regione Umbria volta a incentivare e favorire la predisposizione dei PEBA, i Piani di eliminazione delle barriere architettoniche, in tutti i Comuni umbri. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore Enrico Melasecche, ha dato il via libera all’attivazione di un nuovo bando, con contributi per circa centosettantacinque mila euro, che vanno ad aggiungersi ai centocinquanta mila euro del bando 2022.

“Un ulteriore stanziamento appositamente destinato -ricorda l’assessore- a valere su risorse proprie del bilancio regionale, al fine di ampliare le iniziative e le misure mirate al sostegno delle persone con disabilità e supportare i Comuni affinché si dotino dei piani di eliminazione delle barriere architettoniche.

Non solo un obbligo di legge, ma validi strumenti per il monitoraggio, la progettazione e la pianificazione degli interventi finalizzati al raggiungimento di una soglia ottimale di fruibilità degli edifici e degli spazi urbani, della loro vivibilità e accessibilità, per tutti i cittadini. Un obiettivo prioritario e imprescindibile”.

Un nuovo bando rivolto ai Comuni

All’Umbria, con recente decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha ripartito fra le Regioni e le Province autonome dodici milioni di euro del Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità, sono stati assegnati circa centosettantacinque mila euro di cui potranno avvalersi i Comuni della nostra regione che non hanno beneficiato degli aiuti del precedente bando, tenendo conto prioritariamente di quelli con una popolazione compresa tra cinquemila e ventimila abitanti.

“Lo scopo -aggiunge Melasecche- è quello di superare i ritardi e aumentare il numero delle amministrazioni che dispongono di un Piano in cui sono rilevate e classificate le barriere architettoniche presenti, che possono riguardare strade, piazze, parchi, giardini, elementi arredo urbano, trasporto urbano, e allo stesso tempo vengono individuate le proposte progettuali di massima per la loro eliminazione, con una stima dei costi. Uno strumento di monitoraggio, quindi, ma anche di pianificazione e coordinamento degli interventi”.

Sono state complessivamente venti le domande di contributo pervenute a seguito del precedente bando regionale, di cui cinque da parte di Comuni con popolazione superiore ventimila abitanti. abitanti, quattro con popolazione superiore a cinquemila abitanti e undici con popolazione inferiore a cinquemila abitanti.

In esito all’istruttoria, è stata approvata la graduatoria di assegnazione e i centocinquanta mila euro disponibili sono stati impegnati a favore di diciassette Comuni umbri.

Tutti gli altri Comuni potranno ora partecipare al bando di prossima pubblicazione che verrà attivato secondo le stesse modalità e gli stessi criteri del precedente, con procedura valutativa a sportello.

I contributi che verranno concessi

Il contributo massimo concedibile a sostegno delle spese sostenute per la redazione, l’ampliamento e l’aggiornamento dei PEBA sarà pari all’ottanta per cento della spesa sostenuta per i Comuni fino a cinquemila abitanti e del sessanta per cento per quelli con oltre cinquemila abitanti. Il contributo massimo erogabile sarà in ogni caso di diecimila euro. Il Comune partecipante, individuato come beneficiario, dovrà garantire obbligatoriamente il cofinanziamento della spesa eccedente il contributo concesso.

La Giunta regionale ha disposto che una quota di circa trentamila euro delle risorse disponibili venga assegnata, in via prioritaria, ai Comuni di Allerona, Deruta, Narni e Montone individuati nella lista di riserva del precedente bando, non finanziati per insufficienza di risorse.

Le domande di contributo che perverranno per il nuovo bando saranno registrate e valutate in base all’ordine cronologico di presentazione e pertanto le risorse verranno conseguentemente assegnate ai progetti valutati positivamente sulla base dell’ordine cronologico di presentazione e fino a esaurimento dei fondi disponibili. Verranno compilate ed approvate la graduatoria degli interventi ammessi e la lista di riserva con gli interventi ammissibili ma non immediatamente finanziabili per carenza di risorse.

Quest’ultima resterà valida fino al 31 dicembre 2024, con la possibilità di finanziamento degli interventi a valere su ulteriori risorse eventualmente resesi disponibili nel bilancio regionale.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist