IN ONDA

Copertina programma Radio Economy

Privato: Radio Economy

Dall'Umbria all'economia globale

condotto da Federico Fabrizi con la [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

8 Marzo, la Regione e le Province a fianco delle donne umbre

Written by on 08/03/2023

8 Marzo, la Regione e le Province a fianco delle donne umbre

"Passo in avanti fondamentale per la vera parità quando saremo rispettati senza distinzione di genere". È quanto afferma la presidente Tesei in occasione della Giornata internazionale della Donna

08/03/2023

8 marzo mimosa

“Quando saremo rispettati, valutati, scelti al di là dell’essere donne o uomini, allora vorrà dire che avremo fatto quel passo in avanti fondamentale per la vera parità di genere. Ma al tempo stesso non possiamo dimenticare l’importante ruolo sociale e familiare che la donna è chiamata a svolgere.

È anche per questo motivo che nelle politiche dell’Umbria, oltre ad una attenzione particolare per l’occupazione femminile e la formazione, abbiamo riservato grande attenzione anche alle neo mamme con misure di sostegno specifiche, affinché possano far coesistere gli impegni di madri con gli impegni e le aspirazioni professionali. Un supporto che ho fortemente voluto e che vuole affiancare le donne nelle varie esigenze di vita, perché non siano costrette a fare rinunce e affinché, anche attraverso il lavoro, possano raggiungere quell’autonomia che è alla base della libertà di scelta”.

È quanto afferma la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, nel messaggio in occasione dell’8 Marzo Giornata internazionale della Donna.

“Le donne -prosegue la presidente- hanno assunto sempre più un ruolo fondamentale nell’imprenditoria, nella politica, nella cultura e nella società in generale, dimostrando appieno le proprie capacità e apportando un contributo indispensabile per affrontare i cambiamenti e le sfide che ci siamo trovati e ci troviamo ad affrontare. Ma dobbiamo continuare a percorrere quella strada che ha visto, settantasei anni fa, una tappa fondamentale nella nostra Costituzione, in cui si sancisce l’eguaglianza e la parità tra tutte le persone, senza distinzioni di genere, ma che vede ancora troppo spesso le donne vittime di discriminazioni, soprusi e, nei casi più gravi, di violenze psicologiche e fisiche.

Questo ci fa capire -conclude la presidente Tesei- che accanto alle leggi è necessaria una forte azione culturale che porti all’affermazione e alla difesa del principio universale del rispetto di genere. Buon 8 Marzo”.

Donne e diritti negati, presentati in occasione dell’8 marzo i risultati del progetto rivolto alle scuole

In occasione della Giornata Internazionale della donna, questa mattina nel Palazzo della Provincia di Perugia, si è concluso il progetto Donne e diritti negati promosso dalla Provincia in collaborazione con la Consigliera di Parità. Erano presenti, Stefania Proietti presidente della Provincia di Perugia, Erika Borghesi consigliera della Provincia di Perugia con delega alle pari opportunità e Giuliana Astarita Conigliera di Parità della Provincia di Perugia. In questo Progetto, avviatosi il 25 novembre dello scorso anno, con un primo convegno di sensibilizzazione sui temi inerenti la violazione dei diritti fondamentali delle donne nel mondo sono stati coinvolti gli Istituti superiori di Perugia: Liceo Statale Pieralli, I.I.S. Giordano Bruno”, I. T. T.S. Volta e I. T. E. T. Capitini. Nel corso della mattinata le ragazze e i ragazzi coinvolti, hanno presentato i risultati dei lavori realizzati con progettualità autonoma nelle loro classi.

Il messaggio per la Giornata internazionale della Donna della presidente della Provincia di Terni

“Oggi è l’8 Marzo, Giornata internazionale della Donna, un giorno da festeggiare ma anche da ricordare e sottolineare, perché non è solo un’occasione di festa ma anche di riflessione. Ufficialmente introdotta dall’Onu nel 1977, la Giornata Internazionale della Donna richiama alla mente la tragedia che nel marzo del 1911 si consumò alla  fabbrica tessile Triangle Waist Company di New York dove in un incendio morirono centoquarantasei persone, di cui centoventitre donne, comprese molte immigrate italiane. Da quel giorno, da cui si ritiene tragga origine la ricorrenza, sono stati fatti importanti passi avanti sul tema dei diritti e della parità, ma l’obiettivo non è ancora raggiunto. Troppe donne subiscono abusi, violenze e discriminazioni, troppe volte le cronache parlano ancora di femminicidi, spesso fra le mura domestiche. Solo dall’inizio dell’anno sono già state uccise venti donne”.

Così inizia il messaggio che la presidente della Provincia di Terni, Laura Pernazza, ha scritto in occasione dell’8 marzo Giornata internazionale della Donna.

“Sono state ottenute, certo, conquiste sociali, economiche e politiche -prosegue- ma le donne sono ancora indietro rispetto agli uomini sia dal punto di vista sociale che lavorativo. Le statistiche confermano livelli di retribuzione più bassi a parità di funzioni, ruoli e livelli, denotano ancora la difficoltà ad occupare posti apicali e in politica. Persiste la difficoltà a conciliare vita e lavoro e continua la pessima pratica del licenziamento in caso di gravidanza. In alcune zone del mondo poi le donne sono ancora costrette a portare il velo e a non poter godere minimamente degli stessi diritti degli uomini. C’è ancora molto da fare affinché un giorno l’8 Marzo possa essere davvero solo una festa da vivere insieme donne e uomini. Per poter far sì che questo avvenga c’è bisogno di gesti concreti e quotidiani.

Una mimosa all’anno fa piacere ma non basta, ci vuole un fiore ogni giorno e quel fiore è l’impegno a rispettare la donna non solo come genere femminile ma come essere umano con pari diritti e dignità.

Le istituzioni hanno un ruolo molto importante e noi come Provincia di Terni, che per la prima volta vede una donna come presidente, siamo pronti a fare il nostro dovere per tutte le donne, sul posto di lavoro e nella nostra comunità.

L’appello che lancio a tutti i sindaci della nostra provincia -conclude la presidente Pernazza-  è che essi si facciano portatori ogni giorno di un gesto e di un messaggio concreto che aiuti a colmare il divario fra i sessi e contribuisca a far crescere anche nella nostra terra ternana la cultura del rispetto delle donne soprattutto fra le nuove generazioni, in modo che la pianta cresca dalle radici e si propaghi nel tempo”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist