‘Tutta l’Umbria una Mostra’ alla Galleria Nazionale dell’Umbria

Written by on 12/03/2018

‘Tutta l’Umbria una Mostra’ alla Galleria Nazionale dell’Umbria

12/03/2018

L'interno dell'esposizione 'Tutta l'Umbria una Mostra'

PERUGIA- Tutta l’Umbria una Mostra, è il titolo della grande esposizione che ha aperto i battenti a Perugia, questa domenica 11 marzo, primo degli eventi in calendario nell’ambito delle manifestazioni legate alla celebrazione dei cento anni della Galleria Nazionale dell’Umbria. Curata da Marco Pierini e Cristina Galassi, con il patrocinio della Conferenza Episcopale Umbra, della Regione Umbria e del Comune di Perugia, col sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio del capoluogo umbro, prende spunto dalla storica Mostra d’antica arte umbra del 1907, la più imponente esposizione mai organizzata nella regione. Inaugurata a Perugia il 29 aprile di quell’anno, alla presenza del re Vittorio Emanuele III, la mostra registrò un successo clamoroso per il numero di presenze e la ricchezza delle opere proposte tra dipinti, sculture, ceramiche, arredi lignei e in pietra, codici miniati, manufatti di oreficeria, tessuti e merletti antichi. Poco meno di mille pezzi di grande pregio definirono per la prima volta i caratteri originali dell’arte umbra.

Tutta l’Umbria una Mostra, è, invece, un percorso (visitabile fino al prossimo 10 giugno) attraverso centotrenta opere di autori, tra Medioevo e Rinascimento, quali Arnolfo di Cambio, Gentile da Fabriano, Niccolò di Liberatore, Benozzo Gozzoli, Matteo da Gualdo, Pintoricchio e Perugino, provenienti da tutto il territorio regionale da musei comunali, istituzioni ecclesiastiche e collezioni private. La nuova rassegna, nell’allestimento progettato da Daria Ripa di Meana e Bruno Salvatici, intende ricostruire gli studi storico critici sull’identità della scuola umbra che, nonostante l’importanza dell’argomento, fino ad oggi sono stati sporadici e settoriali.

Tutta l’Umbria una Mostra, si tratta davvero di un’iniziativa legata al territorio -spiega uno dei due curatori Marco Pierini, direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria- non soltanto perché gran parte delle opere sono ancora conservate in regione, ma soprattutto perché è stato possibile riservare una quota importante del budget per finanziare numerosi restauri e interventi conservativi. A riprova che i musei devono dedicarsi alla tutela, oltre che alla valorizzazione, e non possono recidere lo strettissimo vincolo con il contesto geografico, storico e culturale dal quale sono nati e nel quale hanno fino ad ora operato”.

Accanto al quattrocentesco Gonfalone di Corciano di Benedetto Bonfigli, al Crocifisso di Antonio da Fabriano dal Museo Piersanti di Matelica, ad un San Sebastiano scolpito in legno di pioppo dipinto a tempera, del XV secolo, il Trittico Marzolini (che apre il percorso della mostra), la Madonna con il Bambino di Pinturicchio, in prestito dal Museo Diocesano di Città di Castello, solo per citare alcune delle opere che possono essere ammirate per l’occasione.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist