IN ONDA

Privato: Rassegna stampa

Presentato da Pierpaolo Burattini

Condotta da Pierpaolo Burattini[...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

GIORNALE RADIO

Tpl, verso la gara: non più unico lotto ma divisa in quattro

Written by on 26/07/2022

Tpl, verso la gara: non più unico lotto ma divisa in quattro

I quattro bacini riguarderebbero le corse urbane di Perugia, l’extraurbano, l’area di Foligno-Spoleto e Terni

26/07/2022

tpl umbria

Sindacati: "Primo risultato importante della mobilitazione"

Altra giornata di tensione per il settore del trasporto pubblico locale (Tpl) dell’Umbria. Lunedì, nella giornata dello sciopero contro i tagli annunciati dalla Regione, i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil dell’Umbria hanno incontrato l’assessore regionale ai trasporti e la presidente della Regione. Oltre ai tagli da 2,8 milioni di euro, a preoccupare i lavoratori è la gara sul trasporto pubblico locale regionale. Nel corso dell’incontro “è sceso il gelo” – scrivono in una nota congiunta Ciro Zeno della Filt-Cgil, Gianluca Giorgi della Fit – Cisl, Stefano Cecchetti Uiltrasporti e Christian Di Girolamo Faisa Ciasl – quando “l’assessore ha illustrato l’indirizzo della regione sulla gara del tpl”. In base a quanto si legge nella nota, l’assessore avrebbe spiegato di voler “passare dall’attuale lotto Unico a quattro lotti, non consentendo le necessarie sinergie ed economie di scala, ma generebbero l’innalzamento automatico dei costi. Si pensi quattro strutture tecnico-amministrative, anziché una unica e così via. Assurdo!”. Di “scenario preoccupante” parlano i rappresentanti dei lavoratori “poiché questa regione viene da tale esperienza che ha portato al fallimento 15 anni fa. Non vogliamo tornare a quella disastrosa situazione e crediamo fortemente a ragion veduta che un lotto Unico sia la salvezza del tpl in Umbria”. Pur se favorevoli a dare spunti per ottimizzare il servizio, i sindacati ribadiscono di essere contrari ad “uno scenario con questi presupposti”, annunciando che la mobilitazione continuerà.

La futura gara sul Tpl

Da quanto si apprende, dunque, il futuro del trasporto pubblico locale non vedrà più un unico ente, ma sarà diviso in quattro. Non una gara unica e un unico bacino, ma quattro. La Regione avrebbe messo il dossier Tpl nelle mani di un advisor che ha suggerito uno spacchettamento che dovrebbe garantire un risparmio di 13 milioni di euro. I quattro bacini riguarderebbero le corse urbane di Perugia, tutto l’extraurbano, l’area di Foligno-Spoleto e quella di Terni. Per i primi di agosto è attesa le delibera della Giunta, mentre la gara dovrebbe partire a fine anno, La vecchia gara, risalente al 2006, era scaduta nel 2012, ricostruisce Umbria 24 “l’anno in cui è esplosa la crisi dell’ormai ex azienda unica dei trasporti. In attesa della nuova i bus hanno viaggiato grazie a proroghe e atti d’obbligo unilaterali da parte di Province e Comuni; nel mentre, si è andato consolidando il disequilibrio strutturale figlio anche di un corrispettivo chilometrico – quello pagato dagli enti pubblici che appaltano il servizio – irrisorio e fermo da anni”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist