Gubbio, sciame sismico nel giorno della Festa dei Ceri ‘sospesa’

Written by on 15/05/2021

Gubbio, sciame sismico nel giorno della Festa dei Ceri ‘sospesa’

In una "città di pietra" già provata dal secondo anno senza Ceri, torna il terremoto lungo una faglia monitorata da anni

15/05/2021

La mappa di Gubbio con l'epicentro della scossa del 15 maggio

GUBBIO – Nel giorno più caro a tutti gli eugubini – quello di una Festa dei Ceri “sospesa” per il secondo anno a causa della pandemia – nella “città di pietra” arriva pure uno sciame sismico. Già ieri sera, duplice scossa in tarda serata. La prima alle ore 22.22 con una magnitudo di 2.8, seguita – dopo soli 6 minuti – da una replica di bassa intensità (appena 1.4) percepita solo intorno alla zona dell’epicentro, localizzato dai sismografi sul crinale del monte Foce che si affaccia sulla pianura eugubina, ad una profondità di circa sette chilometri.

Ma la scossa più forte è stata quella di questa mattina, alle ore 9.56, di magnitudo 3.9 secondo le rilevazioni dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, a una profondità di 10 chilometri sempre sul monte Foce a nord-ovest del centro cittadino. Varie le repliche di minore intensità: due minuti dopo una scossa di magnitudo 2.1, alle ore 10.07 altra vibrazione del terreno con magnitudo di 3.1, alle 11,14 di 2.3 e alle ore 12,19 di magnitudo 3.0.

Inevitabile la preoccupazione degli eugubini, scesi in strada per tranquillizzarsi e scambiare opinioni con i propri vicini. In alcune abitazioni si segnalano cadute di libri dagli scaffali o di altri oggetti appesi alle pareti, ma nessun danno a persone o edifici.

Il sindaco di Gubbio, Filippo Stirati, aveva appena presenziato alle cerimonie del giorno dei Ceri presso il cimitero civico del capoluogo e nel mausoleo dei Quaranta Martiri, dove viene reso omaggio ai ceraioli defunti e alle vittime della strage nazista del giugno 1944. Era rientrato a casa e si apprestava a tornare in piazza Grande quando è stato raggiunto al telefono dall’emittente televisiva Trg.

“In municipio stiamo riunendo il Comitato operativo comunale – ha detto il primo cittadino – ma per fortuna al momento non ci sono segnalazioni particolari. Con scosse da 3 gradi in su la procedura ci dice che dobbiamo valutare la situazione degli edifici pubblici, palazzi comunali e scuole in particolare. Questa faglia è tenuta d’occhio dagli studiosi e si pensa a uno sciame di cui va valutata bene la situazione. Naturalmente, invitiamo i cittadini a mantenere la calma. Ho convocato anche la giunta e l’ufficio tecnico – ha concluso Stirati – per capire come affrontare le prossime ore, a cominciare dalle celebrazioni per il patrono sant’Ubaldo in cattedrale e la ‘sonata’ del nostro Campanone”.

Per ora, Comune e Curia diocesana fanno sapere che tutte le celebrazioni liturgiche per le feste ubaldiane in cattedrale e in basilica sulla cima del monte Ingino sono confermate e trasmesse in diretta sia dai social media della Chiesa eugubina sia dall’emittente Trg al canale 11.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist