IN ONDA

Nuova puntata di Mondo Migliore

Mondo Migliore

Storie di solidarietà, volontariato e carità

Tutti i mercoledì alle 17.05 e in replica il giovedì alle 11.05

condotto da Annalisa Marzano Il programma "Mondo migliore" vuole raccontare la bellezza e la creatività del volontariato e della carità, attraverso le storie di chi dedica la propria vita, anche solo per qualche ora a settimana, al farsi prossimo a chi vive in situazioni di povertà, bisogno, difficoltà. Incontri, testimonianze, iniziative e luoghi che ci parlano del grande lavoro di associazioni, movimenti, istituzioni, “opere-segno” Caritas e progetti di Sovvenire e 8xMille della Chiesa Cattolica. Ma non saranno solo le realtà ecclesiali a essere protagoniste del programma. Tutto ciò che si lega alla parola “solidarietà” sarà al centro del racconto.


Info and episodes

Terni, allarme della Cgil: un territorio sempre più spopolato ed anziano

Written by on 08/01/2024

Terni, allarme della Cgil: un territorio sempre più spopolato ed anziano

E il quadro tracciato dalla Cgil di Terni per voce del segretario generale Claudio Cipolla

08/01/2024

Manifestazione della Cgil

Un territorio provinciale sempre più spopolato ed anziano. In cui il potere di acquisto di salari e pensioni continua a erodersi e dove il lavoro è per lo più precario e con pochi diritti: è “preoccupante” il quadro tracciato dalla Cgil di Terni per voce del segretario generale Claudio Cipolla. “Attualmente – ha detto lunedì in conferenza stampa – contiamo 217 mila abitanti: di questi, 62 mila sono over 65 e 23 mila under 15. L’indice di vecchiaia si attesta al 267%, molto alto rispetto alla media nazionale e in anticipo di 40 anni sulle previsioni fatte nel 2015, che assegnavano all’Umbria un indice di vecchia del 257%, ma nel 2065. Su 30 giovani che terminano gli studi qui, 25 vanno fuori regione per cercare lavoro o a specializzarsi”.

Potere d’acquisto

Altra nota dolente, per la Cgil ternana, è rappresentata dalla riduzione del potere di acquisto dei redditi: stipendi e pensioni. “In Umbria l’andamento è più basso della media nazionale e a Terni le retribuzioni sono mediamente inferiori di 3 mila euro rispetto a quelle del territorio di Perugia. A ciò va aggiunto che in provincia di Terni ci sono circa 6 mila persone che vivono sotto la soglia di povertà”. Nel 2023 la Cgil ha dato seguito a tutta una serie di mobilitazioni, sfociate poi nello sciopero generale. “La nostra azione da qui in avanti verterà su quattro assi fondamentali: salute, lavoro, sviluppo e sociale. Come sindacato – ha concluso Claudio Cipolla – abbiamo rafforzato la presenza nelle nostre 37 sedi e incrementato i servizi di tutela e individuali. Tutto ciò si è tradotto in un aumento degli iscritti ma anche delle pratiche: ben 50 mila quelle aperte nel 2023. La realtà è che, nonostante c’è chi la pensi diversamente, il sindacato serve, eccome”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist