IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

Sanità, liste d’attesa: al vaglio nuovo piano della Regione

Written by on 27/09/2023

Sanità, liste d’attesa: al vaglio nuovo piano della Regione

Nuove prestazioni cresciute tra agosto e settembre, ora sono 38mila quelle accumulate da maggio a oggi

27/09/2023

La riunione in Regione sullo smaltimento delle liste di attesa

La riunione in Regione sullo smaltimento delle liste di attesa

Smaltimento dell’82% delle prestazioni accumulate prima del 1 maggio, gestione entro i primi di ottobre della maggior parte di quelle rimaste, contenimento e gestione delle nuove al fine di raggiungere un totale di circa 35 mila prestazioni in lista di attesa entro la fine dell’anno sono alcuni degli obiettivi delineati nella riunione che si è tenuta a Palazzo Donini alla presenza della presidente della Regione, Donatella Tesei, dell’assessore alla Sanità, Luca Coletto, del direttore regionale, Massimo D’Angelo e di quelli delle Aziende ospedaliere e sanitarie locali. Entrando nello specifico dell’andamento, delle 77.597 prestazioni in sospeso al primo maggio ne sono state gestite circa 64 mila, mentre lo smaltimento della quasi totalità delle 13 mila rimaste – annuncia la Regione in un comunicato – sarà contrattualizzato entro i prossimi 10 giorni, raggiungendo così l’obiettivo del Piano con la gestione di tutte le prestazioni pregresse. Per ciò che concerne le nuove prestazioni, si è registrato un incremento tra agosto e settembre, così come annualmente accade, raggiungendo quota 38 mila accumulate da maggio ad oggi. Di queste circa 20 mila riguardano i fragili per i quali si è scelto di preservare il principio di prossimità territoriale
(over 65, oncologici e invalidi gravi) scelta che, seppur abbia rallentato lo smaltimento e provocato come detto gran parte delle nuove liste d’attesa, permette di offrire all’utenza un servizio più agevole. Intanto la Regione sottolinea che la capacità produttiva delle Aziende sanitarie ed ospedaliere si conferma anche per questo ultimo periodo in linea ai livelli pre-Covid, dato dimostrato anche dal fatto che “ben oltre il 50%” delle prestazioni pregresse è stato fatto dal sistema pubblico mentre il restante è stato svolto da quello convenzionato, senza dunque
ulteriore spesa da parte dell’utenza.

Tesei: “Al vaglio nuovo piano straordinario”

Un’ancora “maggiore ottimizzazione nella gestione” delle liste d’attesa in sanità è stata sollecitata dalla presidente della Regione Donatella Tesei durante la riunione con i vertici regionale. In particolare ha sollecitato “una verifica puntuale delle agende e maggiori controlli nelle varie strutture che erogano le prestazioni al fine di arrivare a fine anno con 35 mila pazienti totali in lista di attesa”. La presidente – riferisce Palazzo Donini – si è inoltre riservata di valutare la possibilità di ripetere un piano straordinario per il prossimo anno, “allo scopo di riuscire ad avere un equilibrio strutturale rispetto alla nuove prestazioni richieste”.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist