IN ONDA

Privato: Rassegna stampa

Presentato da Pierpaolo Burattini

Condotta da Pierpaolo Burattini[...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

“Doniamo”, mons. Giulietti: “diventare grandi significa imparare a regalare” (VIDEO-FOTO)

Written by on 17/11/2018

“Doniamo”, mons. Giulietti: “diventare grandi significa imparare a regalare” (VIDEO-FOTO)

17/11/2018

PERUGIA – “Qual è secondo voi la cosa più importante che serve per diventare grandi?” chiede Mons. Paolo Giulietti ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado riuniti alla Sala dei Notari di Perugia in occasione dell’incontro ‘Donarsi. Una scelta di vita’. “Serve imparare a regalare -risponde loro il vescovo della diocesi di Perugia-Città della Pieve- Ci sono cose che i grandi fanno senza essere pagati, come mettere al mondo un figlio o assistere una persona cara. Se non si è capaci di fare cose come queste, una persona non può dirsi adulta, vuol dire che non è cresciuta”.

Le parole del presule accompagnano uno degli eventi di ‘Doniamo’, la tre giorni pensata per sensibilizzare la città e i cittadini alla cultura del ‘dono’ in tutte le sue forme: dalla donazione del sangue, a quella degli organi, alle varie opportunità del mondo del volontariato. Rivolto nuovamente ai ragazzi: “Regalare significa anche saper perdere. Dobbiamo imparare a perdere! Ma a noi piace vincere -e poi scherza, facendo sorridere la sala- io tifo Inter, quindi ho imparato anche a perdere”. A  proposito della tendenza naturale, istintiva dell’uomo a tenersi tutto per se, il vescovo ribadisce che “una società che non sa regalare non va da nessuna parte. Come si impara a donare? Basta prendere esempio da chi già lo sa fare ed è contento, come i volontari che oggi saranno tutto il giorno agli stand della Rocca Paolina per presentare le loro attività e invitare alla partecipazione”.
Uno di loro è Gabriele Coppetti, governatore della Misericordia di Monte Gabbione. “E’ vero noi volontari siamo contenti. Poi ognuno vive questa esperienza in modo soggettivo”. “E’ importante sapersi porre alle persone per attirarli verso le nostre attività- spiega Gabriele, che confida- negli ultimi anni ho notato una diminuzione nella partecipazione alle Misericordie, soprattutto nei giovani”. Ma i volontari non si arrendono facilmente e continuano a organizzare corsi e iniziative nelle scuole: “Bisogna agire sui ragazzi più giovani, dopo i 18 anni è già troppo tardi. Lo facciamo anche attraverso l’uso dei social network”. Per Gabriele, ‘donare’ è fare qualcosa per chi ha più bisogno, ma non necessariamente qualcosa di materiale: “Spesso il nostro aiuto è un supporto psicologico, come quando siamo andati ad Amatrice, colpita dal sisma. Le persone avevano bisogno di calore umano, in un momento per loro molto difficile”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il convegno alla Sala dei Notari L’evento di questa mattina alla Sala dei Notari è partito con i saluti istituzionali dell’assessore alle Politiche sociali del Comune di Perugia, Edi Cicchi, che ha ricordato come Perugia sia densa di attività molto vicine al concetto di ‘dono’. “Donare è soprattutto regalare il proprio tempo, dando agli altri si riceve in cambio tantissimo -spiega l’assessore- credo che Perugia, con tutte iniziative che propone, dimostri la grande vivacità del nostro popolo umbro che si dà da fare per far sì che altre persone in difficoltà possano avere un sollievo”. Rivolge un invito preciso ai ragazzi: “Quando farete la carta identità, mettete una piccola firma per autorizzare l’espianto degli organi, perché questo significa la possibilità di far vivere un’altra persona”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A organizzare l’iniziativa “Doniamo” sono stati la consigliera comunale di Perugia Maria Grazia Marcacci e Atanassios Dovas, responsabile del Centro regionale trapianti. Dovas torna sull’importanza del consenso alla donazione degli organi: “Dobbiamo pensare che quegli organi, una volta donati, continueranno a vivere”.
Molte le scuole secondarie di primo grado presenti in sala, in attesa della premiazione del concorso ‘Mi voglio donare”. “Il compito della scuola è trasmettere cittadinanza attiva ai suoi studenti – commenta Maria Rosaria Fiorelli, dell’Ufficio scolastico regionale, che fa eco a quanto detto da Mons. Giulietti- diventare grandi significa essere responsabili verso gli altri, sapersi far carico degli altri”.
Al convegno è intervenuto anche Johnny Dotti, pedagogista e imprenditore sociale. Qui sotto la nostra intervista.

Nel pomeriggio di oggi, Perugia sarà ‘invasa’ da gruppi scout che animeranno il centro storico con diverse attività. In serata, il concerto delle band scolastiche, durante il quale si parlerà anche di solidarietà, in programma al Palasport Pellini.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist