Monica Bellucci in scena per il 63esimo Festival dei Due Mondi

Written by on 27/08/2020

Monica Bellucci in scena per il 63esimo Festival dei Due Mondi

27/08/2020

SPOLETO- Monica Bellucci con Maria Callas Lettere e Memorie, inaugura giovedì 27 agosto al Teatro Romano il secondo fine settimana del 63esimo Festival dei Due Mondi di Spoleto. La popolare attrice di cinema originaria di Città di Castello, per la prima volta dal vivo su un palcoscenico italiano, porta in scena la storia della grande cantante lirica, raccontata attraverso scritti autobiografici, materiali d’archivio e la musica che amava. Un autoritratto della più grande voce del XX secolo ricostruito da Tom Volf : dagli anni ‘50 segnati dalle sue prime esibizioni sul palcoscenico e il suo matrimonio con Meneghini, passando per gli anni ‘60 e l’incontro con Onassis e la loro storia d’amore finita otto anni più tardi, fino agli anni ‘70, i suoi ultimi anni, intrisi di nostalgia e solitudine. Sul palco del Teatro Romano, Monica Bellucci si muoverà in una scena in cui verrà ricostruito in maniera esatta, quello che si trovava in Avenue Georges Mandel, l’appartamento di Parigi dove la Callas ha trascorso gli ultimi quindici anni della sua vita. Al centro un divano, accanto un grammofono, con il quale Maria ascoltava le sue stesse registrazioni e brani del Bel Canto.

“Questo spettacolo -ha spiega l’autore dello spettacolo Tom Volf- è per me il risultato di sette anni di lavoro dedicato a Maria Callas. Alcune lettere da lei scritte, rappresentano per me la voce più intima della donna dietro la leggenda, più Maria che Callas”.

Il secondo fine settimana del Festival, proseguirà poi venerdì 28 agosto in Piazza Duomo, con Le Creature di Prometeo – Le Creature di Capucci, realizzato in coproduzione con la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova. La musica di Ludwig van Beethoven, unica tra le sue opere nata per il balletto, in un inedito incontro con il segno stilistico del maestro della moda italiana Roberto Capucci, eseguita dall’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova diretta da Andrea Battisoni con i movimenti coreografici di Simona Bucci. Sabato 29 agosto al Teatro Romano, Luca Zingaretti leggerà La Sirena, dal racconto Lighea di Giuseppe Tomasi di Lampedusa pubblicato postumo nel 1961, sulle musiche di Germano Mazzocchetti. Chiusura domenica 30 agosto con il tradizionale Concerto finale in Piazza Duomo assieme a Riccardo Muti e l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini. Nessuno più di lui può trasmettere un segnale di rinascita, attraverso il rigore e la profondità della musica con la capacità di unire le anime di tutto il Mondo nel segno della Cultura.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist