In Primavera ‘Raffaello giovane a Città di Castello e il suo sguardo’

Written by on 07/10/2020

In Primavera ‘Raffaello giovane a Città di Castello e il suo sguardo’

07/10/2020

CITTA’ DI CASTELLO- Raffaello giovane a Città di Castello e il suo sguardo, è il titolo della mostra in programma nella primavera del prossimo anno dal 27 marzo al 30 maggio. L’evento, l’unico in Umbria ad essere finanziato dal Comitato Nazionale per i Cinquecento anni dalla morte del grande pittore del Rinascimento italiano, curato dall’ex Soprintendente umbro Marica Mercalli, attuale Direttore generale per la Sicurezza del Patrimonio Culturale del MiBACT, e da Laura Teza, professore associato di Storia dell’Arte Moderna dell’Università degli Studi di Perugia, porterà in esposizione sei sue importanti opere provenienti da prestigiose collezioni. Al centro della mostra, lo Stendardo processionale raffigurante ‘Lo Sposalizio della Vergine’ realizzato per la Confraternità della Santissima Trinità, attualmente conservato presso la Pinacoteca di Città di Castello.

Un percorso, che ricostruirà il periodo tifernate di Raffaello, quando tra 1500 e 1504, ad appena venti anni, ricevette a Città di Castello importanti commissioni che gli aprirono le porte delle corti rinascimentali e della curia romana. Qui dipinse giovanissimo lo Sposalizio della Vergine e la Crocifissione Mond. A Città di Castello, Raffaello divenne Raffaello, distaccandosi sempre più dal modello del Perugino.

Oltre allo Stendardo conservato nella Pinacoteca comunale, nella mostra di Città di Castello sarà possibile vedere la primissima opera di Raffaello giovane, La Pala di San Nicola da Tolentino, presente fino al terremoto del 1789 nella Chiesa tifernate di Sant’Agostino: l’Eterno e la Vergine del Museo Nazionale di Capodimonte e l’Angelo della Pinacoteca di Brescia, il disegno dell’Ashmolean Museum di Oxford con uno studio delle teste delle fanciulle presenti nel corteo dello Sposalizio e il disegno relativo all’Eterno per il Gonfalone della Santissima Trinità. Inoltre per la prima volta Raffaello e Signorelli vis a vis, nella stessa sala saranno esposto il Gonfalone di Raffaello e il Martirio di San Sebastiano di Luca Signorelli. L’annuncio è stato dato dal sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta, unitamente all’assessore alla Cultura Vincenzo Tofanelli.

“La mostra Raffaello giovane a Città di Castello e il suo sguardo -ha detto il sindaco Bacchetta- sarebbe stata in corso in questi giorni se l’emergenza Covid non ci avesse costretto a rimandarla. Ci regalerà comunque un punto di osservazione inedito su Raffaello, raccontando come da apprendista sia diventato uno dei più grandi artisti di tutti i tempi”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist