IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

‘HERR Freud Signorelli Mosè IL REBUS’, al Mancinelli di Orvieto

Written by on 25/04/2018

‘HERR Freud Signorelli Mosè IL REBUS’, al Mancinelli di Orvieto

25/04/2018

Il 'Giudizio Universale' di Luca Signorelli nel Duomo di Orvieto, opera che affascinò Freud nel suo viaggio in Italia

ORVIETO (TR)- HERR Freud Signorelli Mosè IL REBUS, è il titolo dello spettacolo-racconto multimediale che viene presentato venerdì 27 aprile in prima nazionale al Teatro Mancinelli di Orvieto. Un testo scritto da Guido Barlozzetti, che ne è anche interprete e regista, dedicato all’incontro tra Sigmund Freud e la pittura di Luca Signorelli realizzato attraverso un progetto visivo sviluppato da Massimo Achilli (con le video animazioni di Silvia Spacca), su musiche originali composte ed eseguite da Enzo Pietropaoli.

A cavallo fra Ottocento e Novecento Sigmund Freud raggiunse Orvieto in diversi viaggi,apprezzando molto la bellezza della Città, oltre che la qualità dell’accoglienza, il gusto del vino. Ma l’assidua frequentazione ha una spiegazione profonda: la sconvolgente impressione che sul fondatore della psicanalisi ebbero, nel settembre del 1897, gli affreschi dipinti da Luca Signorelli nella Cappella Nova del Duomo. Freud fu talmente colpito da quelle immagini da dimenticare il nome del pittore e questa dimenticanza diventò un passaggio decisivo nell’autoanalisi che stava conducendo in quel periodo e a un ragionamento decisivo per lo sviluppo delle sue teorie e la redazione de L’interpretazione dei sogni. Perché fu così affascinato e turbato dal Giudizio Universale di Signorelli? Cosa nascondeva quella dimenticanza di così sconcertante da portare a una cancellazione così radicale? Quale sostanza inconscia era stata risvegliata dalla visione degli affreschi? Lo spettacolo vuole raccontare questa storia affascinante.

HERR, è, quindi, un racconto, che vede in scena un narratore, Guido Barlozzetti, che con Freud, con le sue parole (dai testi alle lettere) svolge un’indagine analitica. Ripercorre il viaggio in Italia del 1897, segue l’interrogazione dello stesso Freud sulla dimenticanza del nome di Signorelli, giunge a Edipo e alla teoria che ne porta il nome, e quindi al Mosè di Michelangelo di San Pietro in Vincoli a Roma. E si sdoppia, da un lato, appunto, nel narratore, dall’altro, nel corpo (sempre di spalle e con il sigaro in mano) di Freud.

Il progetto visivo è stato curato da Massimo Achilli, in modo da accompagnare il racconto con la forza evocativa delle immagini, dagli affreschi di Luca Signorelli  (il Finimondo e il Giudizio Universale) nella Cappella Nova del Duomo di Orvieto a Vienna, fino a Londra dove nel settembre 1939 il padre della psicanalisi morì. Immagini, che si intrecciano con l’intensità delle atmosfere create dalle musiche originali di un artista sensibile come il contrabbassista Enzo Pietropaoli.

Guido Barlozzetti, Massimo Achilli e Enzo Pietropaoli hanno già collaborato nel 2017 alla realizzazione di Labirinto K./Viaggio nella testa di Stanley Kubrick, un racconto teatrale sul cinema e le ossessioni del grande regista.  Prodotto dal Collettivo Teatro Animazione Orvieto, in collaborazione con l’Ordine Psicologi dell’Umbria, lo spettacolo-racconto HERR Freud Signorelli Mosè IL REBUS, va in scena venerdì 27 aprile, alle ore 20.45, in prima nazionale al Teatro Mancinelli di Orvieto.

 

 

 

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist