IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

  • 20:30

Ex Novelli, ancora nessun accordo. (AUDIO) Parla il viceministro Bellanova. La Regione: "Trovare un'intesa". La Cgil allo scoperto

Written by on 07/04/2017

Ex Novelli, ancora nessun accordo. (AUDIO) Parla il viceministro Bellanova. La Regione: "Trovare un'intesa". La Cgil allo scoperto

07/04/2017

TERNI – “La mancata intesa rischia di accentuare una situazione sociale già molto tesa, con gravi conseguenze anche in termini di prospettive aziendali”. Così il viceministro allo sviluppo economico Teresa Bellanova parlando dell’ennesimo incontro di mercoledì che si è tenuto al ministero dello sviluppo economico tra i proprietari dell’AlimentiItaliani srl, ex Novelli, e i rappresentanti dei lavoratori, conclusosi con un nulla di fatto. L’invito del viceministro è quelli di rendersi disponibili ad un incontro, da tenersi quanto prima, per esaminare la questione nella prospettiva di una rapida conclusione e arrivare rapidamente ad un’intesa sulla base di quanto definito nel corso dei precedenti incontri. Posizione ribadita dal viceministro anche ai microfoni di Umbria Radio.

L’assessore Paparelli Sulla stessa posizione anche il vicepresidente della Giunta regionale, Fabio Paparelli che ha esortato le parti ad arrivare ad un accordo che salvaguardi i livelli occupazionali e porti al rilancio dell’azienda. “E’ necessario trovare punti d’intesa tra le parti che consentano di superare le criticità emerse, pur in presenza di una bozza di accordo. La Regione Umbria – ha sottolineato Paparelli – continuerà a fare la propria parte, affinché il cammino intrapreso prosegua nelle direzione auspicata”.
Sindacati La vertenza, comunque, non sembra affatto vicina ad una soluzione condivisa. L’AlimentiItaliani, infatti, giovedì ha comunicato al Mise e ai sindacati di non voler confermare il contratto di solidarietà in essere nel Gruppo. Sabato mattina, intanto, Cgil, Cisl e Uil dovrebbero tenere un coordinamento unitario sia a livello territoriale che nazionale.

“La riapertura del confronto – scrive la Flai Cgil – si è resa possibile dopo diversi giorni di mobilitazione che hanno visto la partecipazione di tutti i siti del Gruppo. Dopo diversi incontri tra le parti (in alcuni casi veri e propri scontri, viste le distanze tra le posizioni di partenza), mercoledi si è prodotto un avvicinamento su diversi punti, elemento che non ci lascia indifferenti”.
Secondo la Cgil “l’azienda si è resa disponibile a condividere la necessità di mettere in campo un piano sociale per gestire gli esuberi dichiarati, a partire da un incentivo all’esodo e politiche attive volte alla ricollocazione del personale di Cisterna di Latina e Spoleto, nonché l’utilizzo dello strumento della Cigs per area di crisi complessa laddove possibile, ovvero per Terni e Amelia; ‘azienda ha dichiarato di essere disponibile a istituire un tavolo presso la Regione Lombardia per monitorare la delicata situazione legata al sito di Muggio’; evitare di tagliare gli scatti di anzianità per le fasce più deboli, a partire dai siti agricoli e di panificazione, per le maestranze che hanno un reddito inferiore a 1500 euro”.
Il senatore Ai microfoni di Umbria Radio, il commento del senatore Pd Gianluca Rossi.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist