IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

Dal 1 al 13 agosto, torna il Festival Internazionale Laurenziano d’Organo

Written by on 24/07/2018

Dal 1 al 13 agosto, torna il Festival Internazionale Laurenziano d’Organo

24/07/2018

Il direttore artistico del Festival Internazionale Laurenziano d'Organo, Adriano Falcioni

PERUGIA- E’ senz’altro un importante iniziativa, capace di arricchire il panorama degli eventi culturali estivi che la città capoluogo dell’Umbria offre ai numerosi ospiti italiani ed esteri. Parliamo del Festival Internazionale Laurenziano d’Organo, promosso dal Capitolo della Cattedrale di San Lorenzo di Perugia, in vista delle celebrazioni del suo Santo titolare del 10 agosto (con il patrocinio della Regione Umbria, della Provincia, del Comune e della Camera di Commercio di Perugia), giunto quest’anno alla sua X edizione.

Dal 1 al 13 agosto, appassionati e cultori italiani e stranieri giungeranno a Perugia per apprezzare ancora una volta di più il suono dell’organo Tamburini (realizzato dalla Pontificia Ditta Giovanni Tamburini di Crema) della Cattedrale di San Lorenzo, inaugurato il 14 settembre 1967 dal maestro Fernando Germani, l’organista italiano più importante al mondo della sua epoca, recentemente restaurato. Questo, attraverso un programma che ripercorrerà i temi trattati nelle prime nove edizioni, dalla musica d’organo francese a quella tedesca, dalla musica sacra, a quelle che hanno accompagnato importanti avvenimenti storici che negli anni hanno celebrato i centenari: la Prima guerra mondiale (1914-2014) e la Riforma luterana (1517-2017). Farà eccezione, il concerto dedicato ai 150 anni (1868-2018) dalla scomparsa di Gioacchino Rossini.

Protagonisti, come vuole tradizione, del Festival Internazionale Laurenziano d’Organo, alcuni dei più noti maestri e compositori di musica d’organo europei quali Andreas Sieling, organista del Duomo di Berlino (martedì 7 agosto), e Martin Baker, organista della Cattedrale di Westminster di Londra (la sera successiva), inviati nel capoluogo umbro per festeggiare il decennale della rassagna. Altri ospiti del Festival saranno il finlandese Pauli Pietilainen, che inaugurerà il cartellone mercoledì 1; Piergiovanni Domenighini, di Darfo Boario Terme (giovedì 2); Giuliana Maccaroni e Martino Pòrcile di Pesaro, che terranno il concerto dedicato ai 150 anni dalla scomparsa di Gioacchino Rossini (sabato 4); Mario Ciferri di Porto San Giorgio (domenica 5); Adriano Falcioni, organista della Cattedrale di San Lorenzo di Perugia e direttore artistico del Festival (giovedì 9 e domenica 12); il tedesco Markus Nitt (sabato 11);  il francese Jean Paul Imbert, che chiuderà la X edizione del Festival Internazionale Laurenziano d’Organo, lunedì 13 agosto.

E proprio in occasione della X edizione del Festival, grazie ad un gruppo di amici e appassionati di musica, è nata l’Associazione senza scopo di lucro F.I.L.O. (l’acronimo di Festival Internazionale Laurenziano d’Organo), con la finalità di promuovere e organizzare annualmente la rassegna. Alla F.I.L.O. possono aderire quanti sono interessati a contribuire anche ad attivare opportune iniziative utili alla valorizzazione e alla conservazione dell’organo della cattedrale, avviare sinergie con altri sedi organistiche, con istituzioni pubbliche e private compatibili con le finalità generali del Capitolo della Cattedrale di San Lorenzo di Perugia promotore del festival.

Il cartellone, è stato presentato nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso la Sala del Dottorato delle Logge di San Lorenzo, dal Presidente del Capitolo della Cattedrale di San Lorenzo Monsignor Fausto Sciurpa e dal Direttore artistico del Festival Adriano Falcioni,  che hanno espresso soddisfazione per quest’iniziativa di alto valore culturale, definita -punto di arrivo e di partenza al tempo stesso.

“Punto di arrivo -ha spiegato Monsignor Sciurpa– perché ci ha gratificato del fatto che le prime nove edizioni hanno avuto un’accoglienza significativa, crescente nel pubblico interessato alla musica d’organo e non solo, oltre che nell’ottima qualità degli esecutori contattati ed invitati, alcuni dei più celebri organisti del panorama internazionale. Punto di partenza, dato che quest’anno ha preso corpo l’omonima associazione culturale musicale, che ha messo insieme diverse componenti culturali ecclesiali e non, con il compito di sostenere il festival stesso, unico nel suo genere in Italia, e -ha concluso- promuovere sinergie per estendere a tutta la regione ed anche oltre la cultura della musica d’organo”.

 

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist