IN ONDA

Privato: Rassegna stampa

Presentato da Pierpaolo Burattini

Condotta da Pierpaolo Burattini[...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Covid, in calo attualmente positivi in Umbria ma più ricoveri

Written by on 19/10/2022

Covid, in calo attualmente positivi in Umbria ma più ricoveri

Altri due decessi giornalieri. Prof. Mencacci: "Necessario richiamo vaccino"

19/10/2022

regione umbria farmacie vaccinazioni

Anche i farmacisti potranno somministrate vaccini antinfluenzali, oltre a quelli anti Covid

Continua il calo degli attualmente positivi al Covid in Umbria, a mercoledì 7.565, 216 in meno rispetto alla giornata di martedì. Secondo i dati della Regione, aggiornati a mercoledì 19 ottobre, sono 812 i nuovi casi di positività a fronte di 1.026 guariti. Ci sono però anche altri due decessi che portano il numero complessivo delle morti per Covid nella nostra regione a quota 2.160 da inizio pandemia. Aumentano i pazienti positivi ricoverati negli ospedali umbri, 210, quattro in più, di cui due, uno in più di martedì, in terapia intensiva. Nell’ultimo giorno sono stati analizzati 4.203 tra tamponi molecolari e test antigenici con un tasso di positività del 19,3%.

Influenza e Covid

Da luglio in Umbria sono stati isolati 16 casi di virus dell’influenza dal laboratorio di Microbiologia dell’Azienda ospedaliera di Perugia. I campioni positivi sono stati ora inviati all’Istituto superiore di sanità per essere sequenziati, come da prassi. La direttrice del laboratorio, la professoressa Antonella Mencacci, ha spiegato tramite l’ufficio stampa del Santa Maria della Misericordia, che nei prossimi mesi sarà teoricamente possibile trovare casi di infezione contemporanea da Covid e influenza. “È possibile – ha detto – perché le infezioni virali trasmesse per via respiratoria possono essere multiple. Anche se relativamente raro”. Secondo Mencacci nessun rischio che i test rapidi per il Covid possano scambiare il virus con quello dell’influenza. “Questo rischio non esiste – ha affermato – perché gli antigeni rilevati
dai test sono completamente diversi, così come i grani rilevati dai test molecolari. Parlando delle vaccinazioni contro il Covid, la professoressa Mencacci racconta: “Ho fatto il secondo richiamo del vaccino Covid. L’ho fatto per me e perché lo ritengo assolutamente utile. I vaccini binari – spiega la direttrice del laboratorio – proteggono dalle forme di malattia grave legate alla variante attualmente prevalente e quello costituito dal ceppo virale originale e dalle omicron Ba.4 e Ba.5 potenzialmente può farlo anche dall’infezione”. Per Mencacci è quindi “assolutamente indicato” fare la cosiddetta quarta dose. “Il vaccino è utile – prosegue – anzitutto perché di virus ne circola tanto. È poi fisiologico che la durata dell’immunità mediata dagli anticorpi si abbassa dopo circa quattro mesi dalla vaccinazione o dalla infezione. C’è bisogno quindi che al nostro sistema immunitario venga richiamata la memoria in modo da produrre nuovi anticorpi”. Riguardo al futuro del virus la professoressa Mencacci conferma che in Umbria non sono state al momento isolate altre varianti oltre ls BA.5 come, ad esempio, la Centaurus. “La Centaurus – spiega – deriva dalla variante BA.2 che si è diffusa tantissimo in India ma poco in Europa e nei Paesi occidentali. La convinzione degli scienziati è che laddove ci sia una grande espansione di Omicron BA.5 come da noi non ci sarà una diffusione di Centaurus che ha caratteristiche molto simili. In India sono passati direttamente dalla Delta a Centaurus senza passare da BA.5 che – conclude – invece a noi ci proteggerà”.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist