Celebrata anche in Umbria la ‘Giornata europea dei Giusti’

Written by on 07/03/2021

Celebrata anche in Umbria la ‘Giornata europea dei Giusti’

"Una giornata di riflessione contro ogni tipo di discriminazione tra esseri umani" ha ricordato il presidente dell'Anci Umbria Toniaccini

07/03/2021

Il logo Giornata europea dei Giusti

Il logo della Giornata europea dei Giusti

PERUGIA- Anche in Umbria si è celebrata sabato 6 marzo la Giornata europea dei Giusti. Istituita nel 2012 in ricordo di coloro che, in ogni parte del Mondo, hanno salvato vite umane in tutti i genocidi e difeso la dignità umana nel corso dei regimi totalitari; dal 2017, è stata proclamata in Italia solennità civile per diffondere i valori della tolleranza e della solidarietà.

In particolare, a Perugia cinque nuovi alberi, proprio per l’occasione, hanno trovato dimora presso il Giardino dei Giusti nel Mondo della Biblioteca di San Matteo degli Armeni. Inaugurato il 6 marzo 2016, nell’area verde  adiacente, aderendo al progetto Ga.Ri.Wo. Garden of The Righteous Worldwide, è un  luogo simbolo sui temi della pace, della nonviolenza, dei diritti umani, del dialogo interculturale e interreligioso. La cerimonia, si è tenuta rigorosamente a porte chiuse, simbolicamente alla presenza di Leonardo Varasano, Assessore alla Cultura del Comune di Perugia, e di un rappresentante degli enti e delle associazioni coinvolte.

E’ stata dedicata a Joan Baez cantautrice e artista, attivista per i diritti civili, voce delle manifestazioni per la pace e i diritti umani; Don Peppe Diana (1958- 1994) sacerdote, insegnante e capo scout, assassinato nella chiesa di San Nicola di Bari a Casal di Principe dalla camorra per il suo impegno per la giustizia; Maria Montessori (1870-1952) educatrice, medico e scienziata, promotrice della pace, ideatrice di un metodo educativo adottato in tutto il mondo; Luis Sepúlveda (1949-2020) scrittore e poeta, perseguitato ed esule, attivo per i diritti umani e la libertà; Carlo Urbani (1956-2003) medico e microbiologo, vittima della Sars che aveva contribuito ad individuare in Thailandia.

I nomi sono stati proposti da Amnesty International Gruppo 045, Associazione Italia Israele, Associazione Libera Coordinamento regionale Renata Fonte, Associazione Vivi il Borgo e Fondazione Centro Studi Aldo Capitini.

Anche l’amministrazione comunale di Assisi ha aderito alla Giornata europea dei Giusti per celebrare le sette personalità che con il loro esempio e sacrificio hanno permesso la salvezza di trecento ebrei tanto da far meritare alla Città Serafica la medaglia d’oro al valore civile.

E’ questa l’occasione per ricordare che un anno fa, il 14 febbraio, il Consiglio comunale all’unanimità ha riconosciuto la cittadinanza onoraria ai sopravvissuti italiani alla Shoah, che subirono, ancora bambini, l’odio cieco delle leggi razziali e l’orrore dei campi di sterminio; e continuano oggi ad essere memoria viva, con la testimonianza e l’esempio di vita, affinché non si ripetano mai più tali indicibili crudeltà.

A causa della pandemia, il riconoscimento non è stato ancora consegnato; per questo, e l’amministrazione ha ipotizzato il conferimento ufficiale per la fine di maggio, in accordo con l’Ucei (Unione delle Comunità Ebraiche Italiane) e la Comunità di Sant’Egidio con il suo fondatore Andrea Riccardi, cittadino onorario di Assisi dal 2019.

“La Giornata europea dei Giusti, porta con sé i valori di difesa della dignità della persona -ha commentato il presidente di Anci Umbria, Michele Toniaccini- che è di riflessione contro ogni tipo di discriminazione tra esseri umani.

Oggi, quel giusto possiamo riferirlo anche a tutte le persone che si sono opposte con responsabilità individuale, a ogni forma di prevaricazione dell’essere umano sull’essere umano e a tutte le persone che, con grande umanità, si sono prese cura dei pazienti Covid, di chi ha svolto volontariato, ha dimostrato senso civico e grande solidarietà, in questa emergenza sanitaria”


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist