IN ONDA

PROSSIMO PROGRAMMA

Ase Spoleto, proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori

Written by on 01/12/2023

Ase Spoleto, proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori

Lunedì, presidio di protesta sotto il Comune, proprietario dell'azienda di servizi municipalizzata

01/12/2023

La sede del Comune di Spoleto

La sede del Comune di Spoleto

È stato proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori di Ase Spoleto, l’azienda di servizi municipalizzata, 100% in quota al Comune spoletino. Per la mattinata di lunedì 4 dicembre, i sindacati Filtcem e Filcams Cgil, Femca e Fisascat Cisl e Uiltec Umbriasi ritroveranno per un presidio in piazza, sotto alla sede dell’ente pubblico a partire dalle 10. Al centro della protesta la questione del bando per le assunzioni, promesso dal sindaco entro ottobre, e di cui ad oggi “non c’è traccia” spiegano i rappresentanti dei lavoratori. Lo stato di agitazione arriva dopo un periodo di tensione iniziato con la proposta della Giunta Sisti – poi ritirata – di esternalizzare il servizio di illuminazione pubblica. Dito puntato, da parte dei lavoratori, contro il mancato rispetto degli impegni presi in tema di livelli occupazionali e connessi servizi. Già nei giorni scorsi, nel corso di una assemblea dei dipendenti, i sindacati avevano parlato nuovamente della questione bando. “Basta promesse è l’ora della verità”, scrivevano i rappresentanti riferendosi all’impegno preso dal Sindaco, in una riunione del 28 settembre scorso, per l’uscita del bando assunzioni entro il mese si ottobre, insieme alla presentazione del piano industriale per il triennio successivo, entro dicembre 2023. Un bando la cui uscita è stata rinviata “a data non definita – avevano detto dal Comune ai sindacati – a causa di diversi passaggi e verifiche da fare per stabilire quali servizi e relativo ammontare devono essere affidati ad Ase per prossimi cinque anni”. I sindacati avevano quindi chiesto un nuovo incontro senza però ricevere risposta. Il 22 novembre, infine, era stata annunciata una nuova verifica da parte dell’ente per definire i servizi concessi ad Ase e l’uscita del bando di concorso. Ma poi, lamentano ancora i rappresentanti, “silenzio assoluto”. “Diciamo basta a falsi impegni, non si gioca sul futuro di 40 famiglie e proclamiamo lo stato di agitazione di tutto il personale a cui seguiranno le azioni sindacali concordate finalizzate a conoscere la verità sul futuro dell’azienda” concludono i sindacati. 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist