IN ONDA

Playlist musicale


Raccolta di brani italiani e stranieri ! tutte le ultime uscite musicali in un programma veloce e brillante


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Nuova stazione Alta velocità Medio Etruria: la scelta è Creti

Written by on 01/12/2023

Nuova stazione Alta velocità Medio Etruria: la scelta è Creti

La decisione presa dal tavolo tecnico nella riunione di giovedì a Roma. Protesta la Toscana

01/12/2023

Il Frecciarossa Perugia-Milano-Torino

Il Frecciarossa Perugia-Milano-Torino

È Creti-Farneta, per Rete ferroviaria italiana, il luogo migliore in cui in futuro potrebbe essere costruita la nuova stazione dell’Alta velocità Medio Etruria. Ad annunciarlo, il tavolo tecnico, al quale partecipano le Regioni Toscana e Umbria, Rfi e il Ministero dei Trasporti, al termine della riunione di giovedì a Roma. Creti, a pochi km dallo svincolo di Fogliano della Chiana lungo il raccordo Perugia-Bettolle, era l’ipotesi sostenuta dall’Umbria mentre la Toscana da tempo aveva puntato su Rigutino, sempre nel comune di Arezzo. 

Il lavoro del tavolo tecnico

Il tavolo tecnico era stato istituito con il protocollo a firma dei due Governatori Giani e Tesei, del Ministro Giovannini e dell’allora AD di RFI Vera Fiorani per individuare la località più adatta dove insediare la Stazione dell’Alta Velocità Medio Etruria. “Sei mesi fa lo stesso Ministro Salvini era poi intervenuto per dare l’avvio concreto al tavolo” si legge in una nota di Palazzo Donini. “Tutto nacque circa due anni fa, grazie alla visita di cortesia del Governatore Giani in Umbria, in seguito alla quale due furono gli obiettivi di reciproca collaborazione che emersero, per la Toscana la realizzazione del passante dell’AV di Santa Maria Novella, opera colossale di importanza nazionale e, per l’Umbria, la realizzazione di una nuova stazione che desse all’Umbria la possibilità di rompere l’isolamento atavico che l’ha fin qui isolata dal resto del Paese”. Lo studio di 60 pagine, condotto in collaborazione fra i tecnici delle due regioni Toscana e Umbria, elaborato dai dirigenti di Rfi, con i rappresentanti del Ministero, sentite le aziende di trasporto Trenitalia e Italo, valutando circa 30 parametri con le relative ponderazioni, ha stabilito che Creti, nel comune di Cortona, è la località più adatta, con vari pro e contro relativi a tutte le ipotesi esaminate. Entrambe le regioni hanno presentato nel corso di questi mesi le proprie specifiche osservazioni. “Si apre adesso una delicata fase di ampia collaborazione fra le due regioni con il Ministero Rfi ed Anas per studiare le opere complementari per rendere fruibile al massimo la nuova stazione che, analogamente alla Medio Padana, sarà fattore di sviluppo certo per tutte e tre le province, le toscane Arezzo e Siena e  Perugia”.

Le proteste della Regione Toscana

La scelta di Creti però, non soddisfa i rappresentanti della Regione Toscana. “Nei prossimi giorni avremo modo di conoscere le valutazioni tecniche che hanno condotto a individuare la localizzazione fatta oggi, ma al momento la scelta pare politica, fatta su misura per l’Umbria che va al voto tra pochi mesi”. Così hanno commentato la decisione, il capogruppo del Partito democratico in Consiglio regionale della Toscana Vincenzo Ceccarelli e la presidente della commissione ambiente e infrastrutture Lucia De Robertis. “Si tratta di una scelta che contrasta fortemente con le politiche di mobilità sostenibile promosse in Europa e dal Pnrr – sottolineano in una nota -. Costruire nel nulla una stazione ferroviaria che non sarebbe raggiungibile su rotaia nel 2030 é del tutto fuori dal tempo. Inoltre, la scelta fatta penalizza gravemente sotto il profilo trasportistico il bacino prevalente, che é certamente quello aretino”. “La nostra sensazione – concludono Ceccarelli e De Robertis – é che sia una scelta di bandiera e che renderà questo progetto irrealizzabile”.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist