IN ONDA

InBlu2000

Programmi del circuito nazionale

InBlu2000 è l’emittente della Conferenza episcopale italiana del cui circuito fa parte anche Umbria radio. Da radio InBlu arrivano i radiogiornali [...]


Info and episodes

PROSSIMO PROGRAMMA

Gubbio, il neo vescovo monsignor Paolucci Bedini: "Ho ricevuto una fraterna accoglienza"

Written by on 30/11/2017

Gubbio, il neo vescovo monsignor Paolucci Bedini: "Ho ricevuto una fraterna accoglienza"

30/11/2017

GUBBIO – Domenica 3 dicembre la Diocesi di Gubbio accoglie il suo 60° Vescovo nella persona di mons. Luciano Paolucci Bedini. Nella stessa celebrazione eucaristica, che si terrà nella chiesa di S. Domenico, è prevista l’ordinazione episcopale dell’eletto e la successiva presa di possesso della cattedrale che fu di sant’Ubaldo e che negli ultimi dodici anni è stata di mons. Mario Ceccobelli. La solenne liturgia vedrà come ordinante principale il card. Edoardo Menichelli, arcivescovo emerito di Ancona-Osimo, diocesi di origine di mons. Paolucci Bedini; vescovi conordinanti saranno: il card. Gualtiero Bassetti arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiana e mons. Mario Ceccobelli amministratore apostolico di Gubbio. Presenti naturalmente gli altri Vescovi dell’Umbria e vari Presuli provenienti dalle Marche, tra cui l’attuale arcivescovo di Ancona-Osimo mons. Angelo Spina.
Una serena e fraterna accoglienza. Lo scorso 30 ottobre mons. Paolucci Bedini ha partecipato per la prima volta alla riunione della Conferenza episcopale umbra (Ceu) nel Pontificio seminario regionale “Pio XI” di Assisi e ha rilasciato un’ampia intervista all’Ufficio stampa della Ceu il cui testo integrale è consultabile sul sito www.chiesainumbria.it (primo piano). «Ho ricevuto – afferma il neo Vescovo di Gubbio – una serena e fraterna accoglienza, molto gradita e che mi ha messo subito a mio agio. Ho potuto apprezzare la condivisione appassionata e attenta da parte di tutti dei vari temi all’ordine del giorno e il desiderio condiviso di fare il bene delle nostre Diocesi e della comunità umbra in toto». I confratelli Vescovi hanno consegnato a mons. Paolucci Bedini le deleghe al Seminario e alla catechesi. Due settori pastorali nei quali ha dedicato gran parte della sua vita da prete e sui quali ha le idee chiare: «Il prete ha bisogno di passione per il Vangelo, amore per la gente, e accoglienza per i più deboli. Il catechista dovrebbe parlare con la sua vita rinnovata dal Vangelo, mostrarsi innamorato della Chiesa sua madre, e camminare accanto ad ogni situazione con fiducia e pazienza».
Sognare insieme un tempo migliore per questa terra benedetta. Mons. Paolucci Bedini è il Pastore della Diocesi dei “Tre Ceri”, che campeggiano nello stemma della Regione Umbria, e proprio ai rappresentati delle istituzioni regionali va il suo pensiero: «Mi sento di dire loro grazie per l’onere che si sono offerti di portare e per la responsabilità alla quale non si sono sottratti per il bene dell’intera comunità umbra. Assicuro – prosegue il Vescovo di Gubbio – loro una totale disponibilità al confronto e al dialogo, nel rispetto reciproco delle proprie competenze. Ed infine esprimo il desiderio sincero di poter pensare e sognare insieme un tempo migliore per questa terra benedetta che il Signore ci ha affidato come casa comune. L’esperienza della comunità sociale è chiamata continuamente a rigenerarsi per offrire, sempre e a tutti, un’appartenenza e una tutela che custodisca intera la vita umana nella sua dignità».
L’esempio di don Tonino. Nella vita di mons. Paolucci Bedini c’è una figura di prete e vescovo che gli ha scaldato il cuore fin dal tempo del Seminario: don Tonino Bello. «L’azione dei pastori e della Chiesa – afferma – è l’azione di Cristo. È lui che continua nel mondo la sua opera di salvezza e chiede alle comunità dei suoi discepoli di creare le condizioni migliori perché il Vangelo venga annunziato fino ai confini della terra e sempre a partire dai più poveri. Umilmente spero di poter proseguire, sull’esempio di don Bello, sulla via della carità tracciata dai miei ultimi predecessori a Gubbio».


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist