WMF QUINTA GIORNATA

Written by on 24/08/2018

WMF QUINTA GIORNATA

24/08/2018

QUINTO GIORNO

E fu sera e fu mattina; primo giorno. Stamane solito cielo plumbeo e pioggerellina; nel gruppo circola una domanda: come sarà a novembre?

Al WMF ci sono una quantità di mostre e stand di varia natura. La mostra di arte sacra è forse la più prestigiosa: raccoglie una cinquantina di opere di artisti irlandesi ispirate al tema del WMF.

Vai alla fotogallery

I francescani sono presenti in forze con uno stand di taglio vocazionale.

Anche i domenicani non scherzano: frati, suore e laici per uno stand multimediale e multi-proposta.

Sono presenti anche altri ordini religiosi, che offrono alle famiglie ritiri, preghiere, esperienze associative e proposte vocazionali per i figli…

Non può mancare il merchandising di ogni tipo. Ecco alcuni degli oggetti più curiosi…

Molitissime le associazioni di famiglie o a servizio della famiglia, affollate di visitatori che cercano idee e risorse per diverse categorie: giovani, fidanzati, sposi novelli o in crisi, coppie separate o risposate…

In mattinata, il filosofo italiano Rocco Buttiglione ha trattato la teologia del corpo, di Giovanni Paolo II. Egli portava  l’esempio  del fatto  che coprire  i genitali è perché  l’incontro con l’altro  sia  colpito dal guardare  gli occhi.  Poi  quando  si comincia  a frequentarsi avviene  l’ attrazione sessuale, che se vissuta  in castità nel fidanzamento porterà  poi la coppia ad essere  forte dopo il matrimonio. Oggi  si fa prima sesso e poi ci si conosce: questo  non è amore;  la conoscenza dell’ altro  che unisce, poi la coppia  arriva a vivere il sesso. Questo differienza l’uomo dall’ animale, che invece è attratto  dai  genitali. Per noi si tratta di scoprire prima l’amore poi il sesso, che porta al desiderio della procreazione. Ha fatto  anche  riferimento all’importanza del vivere  la castità, anche  all’ interno del matrimonio.

Un’altra conferenza ha riguardato la “rivoluzione della tenerezza” di papa Francesco. Dobbiamo avere tutti un nuovo stile, quello di un Pastore che non vuole perdere nessuna delle sue pecore e per questo ha mandato suo Figlio. Per questo è necessario riscoprire la tenerezza e in questo sono le famiglie che possono aiutarci. La famiglia è infatti il luogo della tenerezza.

Nello spazio loro dedicato, ancora momenti di laboratorio e preghiera per i bambinisempre incentrati sulla riflessione sui problemi e le difficoltà degli altri paesi del mondo.

Alla hall 8A il tema trattato riguarda il rispetto e l’accoglienza nelle parrocchie per le persone LGBT e le loro famiglie. L’Intervento è stato equilibrato, indagando i bisogni e dando alcuni suggerimenti concreti. È stata ribadita la necessità di porsi domande per essere realmente costruttivi e rispettosi.

Nella conferenza del pomeriggio, il card. Nichols affronta il tema della preparazione al matrimonio. L’ottica è quella del cammino verso la santità quotidiana, opera delli Spirito nella vita della coppia. Fa memoria dei propri genitori, nella cui vita legge una grande perseveranza nelle prove e la capacità di accogliere ogni giorno come un dono di Dio di cui gioire e da usare bene. Alle coppie di fidanzati va mostrato come vivere bene ogni momento, come preparazione al matrimonio. Vanno accolte con amore e pazienza, dando esempio di amore e perdono, che serviranno loro in futuro.  Otto sono le caratteristiche di un buon cammino di preparazione: 1) le vostre speranze sono anche le nostre; 2) lo Spirito santo opera prima e dopo di noi; 3) toccare i cuori con linguaggio adatto e grandi ideali; 4) far scoprire l’amore come vocazione; 5) far emergere la relazione tra amore sponsale e fecondità; 6) presentare la sessualità e la corporeità come dono; 7) annunciare il matrimonio come un cammino, in cui imparare ad amare ciò che viene donato; 8) fare una buona preparazione alla liturgia del matrimonio.

La Messa si celebra in un ventoso pomeriggio dublinese. Il card. Carballo nell’omelia sottolinea che l’amore sta al cuore della famiglia cristiana, la quale può diventare gioia per il mondo, “buona novella”. Nel WMF l’approfondimento dell’Amoris Laetitia aiuta le famiglie ad essere fonte di gioia. Il sì di Dio all’unione tra uomo e donna si radica nella stessa creazione, come realtà d’amore che manifesta l’amore del Creatore. Matrimoni forti sono alla base di società forti, famiglie deboli pregiudicano diversi aspetti della vita sociale, come l’educazione, le attività di cura e la moralità. Eppure oggi sembra che abbandonare la centralità della famiglia sia necessario al progresso! Si tollerano i valori cristiani solo nella sfera del privato. I padri sinodali e il papa nell’AL hanno riconosciuto i danni dell’individualismo contro la famiglia. Bisogna presentare l’ideale del matrimonio come cammino praticabile e dinamico di crescita, contrastando quanto la indebolisce: dipendenza, egoismi e ideoligia gender. Valorizziamo invece la Parola di Dio. Quella che abbiamo ascoltato stasera inizia con la promessa di ricevere un cuore nuovo e uno spirito nuovo. La santità si fobda non sulle risorse umane, ma sull’amore che è dono di Dio, che dona un cuore di carne e non di pietra. Nel Vangelo viene presentato l’invito pressante di Dio  partecipare alle nozze del Signore. Che possiamo accettarlo per essere davvero riempiti della sua gioia e diffonderla attorno a noi.

Cena serale del gruppo: pasta e ceci, toast e macedonia. Il clima freddino e piovoso inducono a usare il corridoio, che, pur stretto,  serve benissimo allo scopo.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist