Vittorio Sgarbi a Gualdo Tadino per 'Seduzione e Potere'

Written by on 31/07/2017

Vittorio Sgarbi a Gualdo Tadino per 'Seduzione e Potere'

31/07/2017

GUALDO TADINO (PG)– E’ stata inaugurata sabato 29 luglio, presso il Teatro Talia, alla presenza di un pubblico numeroso, Seduzione e potere. La donna nell’arte tra Guido Cagnacci e Tiepolo, la mostra promossa dal Comune di Gualdo Tadino, dal locale Polo Museale, dalla Regione Umbria e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia,  ideata da Vittorio Sgarbi. Oltre al noto critico d’arte, sono intervenuti alla presentazione il primo cittadino Massimiliano Presciutti, l’onorevole Giampiero Giulietti, lo storico dell’arte e curatore della mostra Antonio D’Amico, e Catia Monacelli, direttore del Polo museale e responsabile del coordinamento.
“Un percorso, dedicato al rapporto tra Seduzione e potere –ha sottolineato Vittorio Sgarbi– che presenta una serie di immagini femminili che nella letteratura, negli episodi biblici, nella mitologia, nella storia e nella quotidianità, hanno saputo dominare con il potere delle intenzioni e grazie a una delicata bellezza. Così è possibile conoscere la storia della terribile maga Circe che seduce e distrugge, la delicata ritrosia di una giovane Rebecca, la forza penetrante di Maddalena, l’intrepida esaltazione di Giuditta, la determinazione di Betsabea che seduce per la conquista del potere, la superlativa sensualità di Armida e Cleopatra, donne che attraggono per il loro irresistibile fascino e talvolta per un intrigante gioco di doppi sensi, ricco di sottintesi e ammiccamenti”.
In pittura si assiste alla visione di figure femminili che sfoderano la loro seduzione come un’arma segreta che conduce ogni donna a conquistare lo spazio interiore del sedotto. Da Simone Peterzano, alla fine del Cinquecento, passando per il Seicento con gli artisti caravaggeschi e poi con Guido Cagnacci, Mattia Preti, Luca Giordano, Francesco Solimena, Paolo de Matteis, Rosalba Carriera, Lorenzo De Caro, sino ai Tiepolo, nel Settecento, con Giambattista, Giandomenico e Lorenzo, è possibile individuare figure femminili in preda a un desiderio struggente, affannate nell’enfasi dei gesti e nel tumulto dell’anima, sul punto di perdere i sensi e di abbandonarsi alla voluttà o di attrarre a sé con la forza segreta della mente e con la consapevolezza del proprio fascino irresistibile.
“La città di Gualdo Tadino –ha dichiarato  il Sindaco Massimiliano Presciutti– attraverso questa esposizione dedicata a Seduzione e potere, apre le porte con orgoglio a una ricerca ambiziosa e ben riuscita che porterà nuova linfa e spessore, attraendo a sé un numeroso pubblico di esperti, appassionati e estimatori”.
La mostra Seduzione e potere. La donna nell’arte tra Guido Cagnacci e Tiepolo, è visitabile nella Chiesa monumentale di San Francesco fino a domenica 3 dicembre tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Per informazioni è possibile contattare lo 075.9142445 o scrivere all’indirizzo email info@roccaflea.com.
 
 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist