Violenza sulle donne, l’H-open Week anche in Umbria

Written by on 22/11/2021

Violenza sulle donne, l’H-open Week anche in Umbria

Il 25 novembre ricorre la giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

22/11/2021

violenza donne

La giornata internazionale contro la violenza sulle donne, 25 novembre

Inizia lunedì 22 novembre la settimana dell’H-open Week in cui anche la sanità dell’Umbria sarà protagonista del programma promosso da Fondazione Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere) negli ospedali con bollini rosa, fino al 28 novembre, con l’obiettivo di supportare coloro che sono vittime di violenza e incoraggiarle a rompere il silenzio, fornendo strumenti concreti e indirizzi a cui rivolgersi per chiedere aiuto. Le iniziative si svolgono in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, in calendario il 25 novembre di ogni anno.

Le iniziative nell’Usl Umbria 1

In programma tre appuntamenti organizzati all’ospedale di Città di Castello. Martedì 23 novembre alle 9,30 si terrà una diretta Facebook, dal titolo ‘Comportamento da tenere in caso di sospetta violenza sessuale’ ed inserita all’interno di un webinar accreditato Ecm (Educazione continua in medicina), dove verrà presentata la procedura interna del presidio Alto Tevere. Si parlerà anche del contesto sociale, del codice rosa e di esperienze sul campo. Giovedì 25 alle 11,30, sotto il portico dell’ingresso A è in programma una donazione del Cral dell’ospedale consistente in una panchina rossa simbolo della violenza contro le donne. Saranno presenti Luca Secondi, sindaco di Città di Castello, Patrizia Selleri, presidente del Cral, Silvio Pasqui, direttore medico del presidio ospedaliero Alto Tevere. Nella stessa mattina all’ingresso del reparto di senologia dell’ospedale tifernate sarà creata un’installazione composta da scarpette rosse. Domenica 28, dalle 9 alle 13, in piazza Matteotti, presso le Logge Bufalini, è in programma una ‘Giornata contro la violenza sulle donne’. Sarà presente un banchetto presidiato dal personale del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale tifernate e del Consultorio Alto Tevere in collaborazione con il personale del Pronto Soccorso di Città di Castello e con alcune associazioni di volontariato (I fiori di Lillà, Cav Medusa, Libera… Mente Donna di Città di Castello e Donne Insieme di Umbertide) dove saranno distribuiti volantini informativi e mascherine rosse. In programma anche un concerto di violini della ‘Scuola di musica Novamusica’ di Sansepolcro,  un concerto dei cantori Lucia Capaccioni e Francesco Adriani ed una rappresentazione coreografica a cura della scuola ‘Danza Nov’Art’ di Umbertide. Anche l’ospedale di Gubbio – Gualdo Tadino ha aderito all’H-Open Week. Per divulgare i servizi presenti sul territorio e distribuire materiale informativo durante la settimana, saranno allestite delle postazioni fisse all’ingresso dell’ospedale e nelle strutture di Ginecologia-Ostetricia e Pronto Soccorso, in due sedie verranno appoggiati un quadro riportante la scritta ‘Non è normale che sia normale’ ed un paio di scarpette rosse. Nei reparti gli operatori ricorderanno il messaggio con spille e magliette a tema. Per quanto riguarda la giornata di giovedì 25 novembre, sono in programma numerose iniziative per sensibilizzare al tema sulla violenza sulle donne. Alle 13 all’ingresso principale dell’ospedale di Branca si terrà l’inaugurazione della panchina rossa, in memoria delle donne vittime di violenza. Parteciperanno all’evento Teresa Tedesco, direttore del presidio ospedaliero di Gubbio – Gualdo Tadino e i sindaci di Gubbio e Gualdo Tadino, Filippo Mario Stirati e Massimiliano Presciutti, i rappresentanti di Afor, l’agenzia forestale regionale che ha donato la panchina, e i rappresentanti di Ostetrica-Ginecologia e del Pronto Soccorso. Seguirà, alle  15, la diretta sulla pagina Facebook dell’Usl Umbria 1 dal titolo ‘Non sei sola’, in cui si parlerà del ruolo del Pronto Soccorso all’interno della rete antiviolenza, del Codice Rosa con accenno ai dati statistici mondiali, dei centri antiviolenza e numeri di riferimento, degli strumenti giuridici a difesa della donna vittima di violenza e dove sarà presentata l’attività del Cav (Centro antiviolenza) del Comune di Gubbio. Infine, alle 20, piazza San Giovanni a Gubbio e la Rocca Flea a Gualdo Tadino, si coloreranno di rosso, come gesto simbolico, a testimonianza di un impegno congiunto contro la violenza di genere.

Con il lockdown casi in aumento

Secondo i dati dell’indagine Istat, nel periodo di lockdown forzato sono cresciuti in tutta Italia i casi di violenza domestica e le richieste di aiuto tramite il numero di pubblica utilità contro la violenza e lo stalking, che hanno registrato un aumento del 79,5% rispetto al 2019, con picchi di richieste di aiuto del +176,9% nel mese di aprile 2020 e del +182,2 a maggio. La ricorrenza del 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, vuole agire sulle vittime come effetto motivazionale nella ricerca di un supporto esterno: nel 2020 le chiamate sono più che raddoppiate in quella singola data rispetto all’anno precedente arrivando a 147 contatti in un giorno, cioè +114,1% rispetto al 2019.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist