Todi, i carabinieri restituiscono alla Biblioteca diocesana un prezioso volume

Written by on 13/10/2021

Todi, i carabinieri restituiscono alla Biblioteca diocesana un prezioso volume

Si tratta di una 'cinquecentina' a stampa delle poesie di Petrarca. Nel corso dell'operazione svolta dal Nucleo Tpc di Perugia, recuperati altri 200 documenti

13/10/2021

volume recuperato (Tpc Perugia)

Il volume recuperato dal Nucleo carabinieri per la tutela del patrimonio culturale restituito alla Biblioteca diocesana di Todi

Restituito alla Biblioteca diocesana di Todi, un prezioso volume. Si tratta di una cinquecentina a stampa di Francesco Petrarca dal titolo Le volgari poesie, edita a Venezia nel 1528, recuperata dal Nucleo carabinieri per la tutela del patrimonio culturale (Tpc) di Perugia. L’indagine, avviata a novembre del 2019, si è sviluppata nell’ambito dei continui e mirati controlli svolti dal Reparto specializzato dell’Arma per monitorare le compravendite online di beni culturali.

Durante le verifiche su alcuni annunci, l’attenzione dei militari è stata catturata dall’inserzione di un utente che proponeva la vendita di un antico volume.

Dalla particolare trascrizione vergata a mano e, soprattutto, grazie al riferimento al Seminario di Todi, si è potuto dedurre che il libro potesse provenire da quella che un tempo era stata la raccolta libraria di quell’Istituto Religioso. L’immediato e speditivo riscontro, effettuato presso l’Ente Ecclesiastico tuderte con il contestuale coinvolgimento della Soprintendenza Bibliografica Archivistica dell’Umbria, ha permesso di risalire alla proprietà del volume che risultava registrato, con specifica trascrizione d’inventario, nel Catalogo manoscritto della Libreria del Venerabile Seminario di Todi, compilato dal 1845 per ordine del Rettore Don Giulio Pensi; il fondo bibliografico, all’atto della chiusura del seminario, confluì per intero nella Biblioteca Diocesana di Todi.

Ottenuta conferma dell’appartenenza della cinquecentina a un fondo librario ecclesiastico tutelato per legge, è stata informata l’autorità giudiziaria di Ancona, essendo l’inserzionista residente in quella provincia, che ha configurato l’ipotesi di reato di ricettazione ed emesso un provvedimento di perquisizione e sequestro.

Nell’eseguire il decreto, i carabinieri Tpc hanno recuperato in un magazzino utilizzato dal collezionista documenti archivistici databili alla prima e seconda metà dell’Ottocento, fra i quali, fascicoli di cause civili trattate dal Tribunale di Macerata e un registro manoscritto della Direzione generale del debito pubblico dello Stato Pontificio.

Quanto sequestrato è stato passato al vaglio della Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria che è riuscita a individuare tutti gli enti e gli uffici pubblici di provenienza, nei territori regionali di Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio. Grazie, quindi, al lavoro certosino di ricerca e approfondimento svolto, è stato possibile individuare e restituire preziose testimonianze del passato ai luoghi di provenienza affinché tornino a raccontarne la storia.


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist