‘Terre e Musei dell’Umbria’ : approvata la convenzione tra i Comuni aderenti

Written by on 20/11/2020

‘Terre e Musei dell’Umbria’ : approvata la convenzione tra i Comuni aderenti

Al via ufficialmente, il progetto 'L'Arte fa rete' che vede capofila il Comune di Deruta, assieme, al momento, altre otto città, che hanno confermato la loro adesione

20/11/2020

Il Museo Civico di Bevagna, una delle collezioni del Circuito 'Terre e Musei dell'Umbria'

DERUTA- Finalmente L’arte fa rete, con il progetto Terre e Musei dell’Umbria, che vede capofila il Comune di Deruta (con il Museo Regionale della Ceramica e  la Pinacoteca Comunale), assieme, al momento, altre otto città, che hanno confermato la loro adesione. Nell’ordine, i Comuni di Amelia (con il Museo Archeologico e Pinacoteca, la Cisterna Romana e Palazzo Petrignani), Bettona (con il Museo della Città), Bevagna (con il Museo Civico), Cannara (con il Museo della Città), Cascia (con il Circuito museale urbano, comprendente Palazzo Santi e la Chiesa di Sant’Antonio), Marsciano (con il Museo Dinamico del laterizio e delle terrecotte), Montefalco (con il Complesso museale di San Francesco) e Umbertide (con il Museo di Santa Croce). Al momento, non ha confermato la propria adesione il Comune di  Spello (con la Pinacoteca Civica e Diocesana).

Terre e Musei dell’Umbria, rappresenta, quindi, un viaggio tra autentici capolavori dell’arte italiana, reperti di archeologia, opere di artigianato locale, etnografia e storia popolare.

Terre e Musei dell’Umbria è una grande opportunità -commenta il sindaco di Deruta, Michele Toniaccini, presidente della rete museale- per i territori compresi nel circuito e per l’Umbria che si vede promuovere le sue eccellenze in modo unitario e condiviso”.

Una adesione che non è formale, ma sostanziale: la Convenzione, siglata nei giorni scorsi, prevede, tra le sue finalità, la salvaguardia e la valorizzazione dei musei e dei beni – istituti culturali del circuito, della cultura dei territori e delle testimonianze storiche, attraverso iniziative volte a far conoscere questo patrimonio nel Mondo; questo, anche al fine di promuovere e sostenere il turismo e le attività economiche connesse.

Ma, soprattutto, per condividere una gestione unitaria dei musei e dei beni ed istituti culturali di loro proprietà mediante un unico gestore, per lo svolgimento di attività e per la fornitura di materiali e servizi di comune utilità, anche al fine di conseguire ogni possibile economia di scala. Una delle linee strategiche approvate, è infatti, quella di affiancare allo storico ruolo conservativo dei musei, quello didattico – divulgativo.

 


Umbria Radio in Streaming

Streaming

Current track

Title

Artist